Home Cronaca Cronaca Genova

IL SANTUARIO PELAGOS RIUNISCE I SUOI ESPERTI

0
CONDIVIDI

Una trentina di specialisti italiani, francesi e di Monaco dibatterano delle proposte di misure da attuare una volta che saranno convalidate dalle Parti Contraenti.

Per l’Italia, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare assicura il coordinamento nazionale del Santuario con il sostegno tecnico e scientifico dell’ICRAM, e di parecchie squadre di ricerca delle Università.
Questo spazio marittimo di 87 500 kmi ² è già classificato come ASPIM (Area Specialmente Protetta di Importanza Meditteranea) e beneficia di un piano di gestione.

Delle priorità di azione sono cosi l’oggetto di riflessione di questi gruppi di lavoro : pesca ed acquicoltura, traffico marittimo, gare di barche a motori veloci, coordinamento del controllo in mare.


Ma le squadre del Santuario lavorano anche sulla creazione di una banca di dati scientifici e su un sito internet tripartito come su una migliore gestione del Whale watching in accordo con ACCOBAMS (Accordo per la conservazione dei cetacei del Mediterraneo e del Mare Nero).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here