Il rugby piange Jonah Lomu

0
CONDIVIDI
Jonah Lomu
Jonah Lomu
Jonah Lomu

AUCKLAND. 19 NOV. E’ morto ieri, all’età di soli 40 anni, il gigante buono del rugby.

Parliamo di Jonah Lomu, leggenda degli All Blacks, simbolo mondiale del rugby e fisico da t55.

Nato a Tonga, aveva 40 anni ed era considerato il più grande rugbista di sempre.

 

Jonah è morto nella sua casa di Auckland, in Nuova Zelanda, in seguito a una malattia ai reni che lo perseguitava da molti anni e che nel 2002 l’aveva spinto sulla via del ritiro.

Nel 2004 Lomu subì un trapianto, sembrava che le cose andassero per il meglio, ma poi la ricaduta e nel 2007 l’addio definitivo al professionismo, anche se per qualche tempo ha giocato in squadre dilettantistiche.

Il premier neozelandese John Key si è detto “profondamente addolorato” per la scomparsa di Lomu.

“Jonah era una leggenda del nostro gioco, amato dai suoi tanti fan sia qui che in tutto il mondo. Non abbiamo parole” ha detto il capo della federazione rugby neozelandese Steve Tew.

Il capitano degli azzurri Sergio Parisse su Twitter ha scritto: “riposa in pace campione, una leggenda per ogni singolo giocatore di rugby”.

 

LASCIA UN COMMENTO