Il Quartetto SE.GO.VI.O a Portofino

0
CONDIVIDI
Il Quartetto SE.GO.VI.O a Portofino.

GENOVA. 8 SET. Sabato 10 settembre 2016 alle ore 21.15, al Teatrino Comunale di Portofino riprende la rassegna “Portofino Classica – International Music Festival”con il cencerto del QUARTETTO SE.GO.VI.O. che eseguirà Le 4 stagioni di  Piazzolla e altri omaggi alla musica sud americana

Il quartetto è composta da quattro straordinari musicisti: Savatore Seminara (chitarra), Stefano Gori (flauto), Paolo Vignani (fisarmonica) e Gabriele Oglina (clarinetto).

Salvatore Seminara è un musicista dalla poliedrica attività: chitarrista, compositore, didatta e organizzatore di eventi musicali. La sua intensa attività artistica lo ha portato in Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Germania, Belgio, Danimarca, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Croazia, Russia, Israele, Argentina e Messico, dove si è esibito nell’ambito di prestigiosi festival musicali, ha tenuto masterclass e ha preso parte in qualità di giurato a concorsi chitarristici internazionali. Da Parigi a Buenos Aires, da Brno a Gerusalemme, le sue esibizioni sono sempre accolte favorevolmente dal pubblico e dalla critica. La sua esperienza musicale è maturata nell’approfondimento del repertorio solistico e nella pratica cameristica come componente di numerose formazioni cameristiche tra cui si annovera il Quartetto d’archi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, orchestra con cui ha lavorato in numerose produzioni partecipando a trasmissioni radiofoniche e televisive. Salvatore Seminara si è formato nella prestigiosa scuola di Ruggero Chiesa al Conservatorio di Milano dove ha completato gli studi musicali a pieni voti sotto la guida di Paolo Cherici. Hanno contribuito alla sua formazione David Russell e Alirio Diaz. La sua attività concertistica ha avuto inizio dagli anni del conservatorio, periodo in cui è anche risultato vincitore di numerosi concorsi nazionali, internazionali e borse di studio. Instancabile promotore di attività musicali, è ideatore e direttore artistico del Festival Chitarristico della Valle Ossola, giunto nel 2015 alla XIX edizione. In qualità di compositore le sue opere sono pubblicate da Edition DUX (Germania) e Les Productions d’Oz (Canada).

 

Stefano Gori ha ottenuto a pieni voti il diploma in flauto nel 1982 presso il Conservatorio di Milano. Ha raggiunto risultati di rilievo ai Concorsi di Stresa e di Belveglio – AT (primo premio assoluto). Si è perfezionato con Maxence Larrieu e Raimond Guiod. Per alcuni anni ha fatto parte dell’Orchestra Italiana di flauti diretta da Marlaena Kessick. Ha collaborato, in qualità di primo flauto, con l’Orchestra sinfonica e l’Orchestra da camera “Carlo Coccia” di Novara, l’Orchestra del Teatro Donizetti di Bergamo, l’Orchestra “Baroque ensemble” e vari altri gruppi cameristici con cui suona anche come solista. Ha studiato direzione con il maestro statunitense Tomas Gaetano Briccetti. Nel 1991 e nel 1994 è stato direttore dell’Orchestra a fiati “Accademia”, vincitrice, tra l’altro, del 1° premio assoluto per la prima categoria al Concorso mondiale di Kerkrade, in Olanda nel 1993. Dal 1986 è docente in ruolo di Educazione Musicale e dal 1999 docente in ruolo di flauto traverso nei Corsi ad indirizzo Musicale nella Scuola Media Statale. Nell’agosto 2001 ha ricevuto il premio “Brusoni” a Quarna (VB) per l’attività didattica rivolta ai giovani. Nell’aprile 2005 è stato relatore al convegno nazionale della SIEM (Società Italiana per l’Educazione Musicale) tenutosi a Rimini. Da una sua idea è nata nel 1996 l’Orchestra “Eisenach”, composta da circa trenta giovani musicisti di età compresa tra i 15 e i 26 anni e con cui ha ottenuto due primi premi ai Concorsi nazionali di Perugia (1999) e Cortemiglia – CN (2002). Con tale orchestra ha diretto concerti in tutta Italia, in Francia e Germania e nel 2004 ha registrato per la televisione nazionale RAI 3. È docente di flauto presso la S.M.S. di Domodossola e la Scuola di Musica “A. Toscanini” di Verbania. Insieme al Maestro Franco Pallotta ha ideato l’Orchestra Sinfonica Giovanile del V.C.O., corso di formazione orchestrale che dal 2006 al 2011 è stato diretto dal Maestro Umberto Benedetti Michelangeli. È stato condirettore dell’Orchestra Giovanile di Fiati del VCO con cui ha ottenuto nel 2008 il primo premio al Concorso Internazionale di Santa Margherita Ligure intitolato a Victor De Sabata.

Paolo Vignani, omegnese, è professore ordinario di Fisarmonica presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. Si è diplomato in Pianoforte e Fisarmonica con il massimo dei voti e la lode sotto la guida dei Maestri Anita Porrini, Sergio Scappini ed Emanuele Spantaconi. Svolge un’intensa attività come Direttore, solista, camerista, presso importanti stagioni concertistiche. Ha suonato con l’orchestra dell’Opera Kirov di S. Pietroburgo e con l’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova. Dal 1986 è componente del “Quartetto di fisarmoniche Hans Brehme”. Con quest’ultimo ha registrato per RAI 3, Radio3, Mediaset (Rete 4), per la Radio Svizzera Italiana, per la Televisione della Svizzera Italiana e ha inciso tre CD per la M.A.P. di Milano, una musicassetta per la S.A.A.R. di Milano e un CD interamente dedicato ad Astor Piazzolla per la radio della Svizzera Italiana edito dalla Dynamic. È direttore dell’Orchestra di fisarmoniche Bellinzonese, con la quale oltre ad avere un’ attività concertistica soprattutto in territorio elvetico, ha inciso un CD per la Radio Televisione della Svizzera Italiana. Ha partecipato all’esecuzione di opere inedite del compositore Israeliano Yuval Avital: “Mise in abime” registrato presso gli studi della Rai di Milano, “Leilit” e “Horror vacui”  eseguiti in prima assoluta presso il Teatro Palladium di Roma. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni per fisarmonica presso le case editrici Rugginenti, Berbèn, Eridania, Ame-Lyss (CH), Physa.

Gabriele Oglina ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica “G. Cantelli” di Novara diplomandosi in Clarinetto, sotto la guida di Carlo Dell’Acqua, e in Didattica della Musica. Ha proseguito la sua formazione studiando Direzione di Orchestra di fiati con Thomas Gaetano Briccetti. È fondatore ed attualmente presidente dell’Orchestra di fiati Accademia, con la quale ha ottenuto importanti riconoscimenti in concorsi e rassegne nazionali ed internazionali (primo premio assoluto al concorso mondiale per orchestre di fiati di Kerkrade – Olanda). Svolge da anni un’intensa attività di musica da camera – con particolare attenzione al repertorio per strumenti a fiato – che lo ha portato ad esibirsi in numerose rassegne concertistiche e festival sia nazionali che esteri. Collabora regolarmente con l’Orchestra “Carlo Coccia” di Novara. Ha suonato inoltre sotto la direzione V. Ashkenazy, N. Santi, M. Carulli, M. Rota, J. Acs, G. Garbarino. È docente di clarinetto presso il Liceo Musicale Piero Gobetti di Omegna.

L’ultima tranche della 16° edizione sarà composta da 3 concerti a cadenza settimanale, tutti a entrata libera.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO