Il progetto Kitabna, un incontro al Ducale

0
CONDIVIDI
Il progetto Kitabna, un incontro al Ducale

GENOVA. 29 NOV. Kitabna ﻛﺗﺎﺑﻧﺎ significa “il nostro libro” in arabo. Da settembre 2014, Kitabna è stato scrivere, illustrare e divulgare libri multilingue (curdo-arabo-inglese) per i bambini profughi scappati dalla violenza in Medio Oriente.

L’occasione per conoscere questo progetto sarà l’incontro in programma domani, mercoledì 30 novembre, dalle ore 17.30 alle ore 20 nella Sala del Camino a Palazzo Ducale.

I libri Kitabna sono pensati come:

 

1) Strumenti educativi per mantenere la lettura viva quando l’istruzione formale non è disponibile

2) Ponti tra comunità culturalmente e linguisticamente diverse

3) Strumenti naturalmente sicuri per i bambini che soffrono per il trauma derivante dello sfollamento, e che contribuiscono alla rielaborazione di ricordi difficili

4) Fonti di speranza e di ispirazione per i bambini, genitori e insegnanti sfollati.

Helen Patuck, fondatrice e autrice di Kitabna, ha dedicato un anno alla redazione dei libri e a corsi di formazione in Libano. Il progetto è stato poi diffuso nei campi profughi in Iraq e in Giordania.

Insieme a Federica Margini vorremmo ora condividere questi libri e le nostre idee con i rifugiati che arrivano in Europa.

Vi invitiamo a prender parte al nostro progetto volto all’accoglienza e all’integrazione di coloro che sono fuggiti guerra.

LASCIA UN COMMENTO