Il primo appuntamento di Genova Outsider Dancer è col tango

0
CONDIVIDI
Tango Argentino
Tango Argentino
Tango Argentino

GENOVA. 23 GIU. Oggi, giovedì 23 giugno dalle ore 18 alle ore 24 nel Porticato di Palazzo Ducale, nell’ambito del 17° Festival internazionale del Tango Argentino, si svolgerà il primo appuntamento del Genova Outsider Dancer, dedicato appunto al tango Argentino.

Il tango non è solo un ballo, ma anche una poetica, un’interpretazione musicale, un modo di esprimersi e un linguaggio corporale col partner. Nato in Argentina e Uruguaycome espressione popolare e artistica, comprende musica, danza, testo e canzone. Nessuno sa perché si chiami in questo modo, ma in latino tango è la prima persona dell’indicativo presente del verbo tangere (toccare) il che sicuramente fa pensare che il nome tango derivi da questo.

I nomi dei maggiori compositori di musica a partire dai primi anni del Novecento fino all’età d’oro, quella degli anni ’30 e ’40, Aníbal Troilo, Juan Maglio ”Pacho”, Juan D’Arienzo, Carlos Di Sarli, Osvaldo Pugliese, Francisco De Caro, Enrique Delfino, sono tutti figli di italiani (gli argentini in generale sono figli di immigranti, e l’urgenza di trovare una propria identità spinse il Tango alla sua comparsa non solo come semplice musica ma come un pensiero che si balla). Lo stesso compositore e direttore d’orchestra Astor Piazzolla aveva i nonni italiani, pugliesi da parte di padre, toscani da parte di madre.

 

Genova Tango, che ha sede da oltre 17 anni nella Sala Ballo al 13° piano del Teatro Carlo Felice, promuoverà la cultura Argentina, alternando differenti momenti di questo straordinario e tra i più sensuali  Balli di Coppia. Il pubblico potrà assistere ad una Lezione di avvicinamento di Primi Passi, dimensione già conosciuta da i meno giovani alla quale tornano con piacere e verso la quale i più giovani provano grande curiosità; Milonga (Ballo Libero): i Tangueros più o meno esperti impareranno quali sono i codici del Galateo e della Ritualità della Milonga ossia della “Discoteca del Tango”: si cercherà di ricreare l’atmosfera dei locali in cui il Tango nasceva (quindi la Buonos Aires degli anni ’20) e sia ai Cavalieri che alle Dame verranno insegnati precisi codici comportamentali.

Seguiranno poi Spettacolari Esibizioni: non solo sulle note dei Tanghi più classici (da La Cumparsita di Juan D’Arienzo al LiberTango di Astor Piazzolla), ma anche sulle modernissime sonorità del TecnoTango (di gruppi come i Gotan Project o i NarcoTango). Per concludersi con Tango Fit: esercizi eseguiti su musiche di TecnoTango ma ispirati non solo alla ginnastica ma anche alla danza classica allo scopo di esercitare addominali e glutei (così importanti per l’assetto della postura) e insegnare alle Donne a muoversi con disinvoltura ed eleganza  sui tacchi.

Ingresso libero

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO