Home Non Classificati

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE BURLANDO RIBADISCE I RISULTATI DELLA GIUNTA AL FORUM DELLE SINISTRE

0
CONDIVIDI

alorizzare che questa Giunta ha portato a casa in due anni e mezzo di lavoro”. Lo ha ribadito il presidente Burlando, questa mattina a margine del consiglio regionale. “Mi rendo conto che oltre alle questioni di merito ci possano essere altre vicende di tipo relazionale, nella verifica richiesta dal Forum delle sinistre, ma mi sembra che sia opportuno riconoscere anche il lavoro svolto e valorizzarlo, se si pensa ad esempio che ci sono questioni come quelle dei precari che vengono affrontate ora a livello nazionale, mentre noi lo abbiamo già fatto”. Il presidente Burlando ha elencato tutte le iniziative messe in piedi dalla Giunta regionale ligure che vanno nella direzione di una risposta concreta alle fasce deboli della popolazione. “Si pensi, ha detto Burlando, ai cento milioni stanziati per la casa tra contratti di quartiere, social housing, recupero alloggi sfitti e fondo di sostegno all’affitto, risorse destinate alla creazione di alloggi di edilizia pubblica e alla locazione, alla legge sul diritto allo studio che aveva generato tante polemiche nella passata legislatura e che prevede risorse alle famiglie in base alla loro condizione sociale, al fondo per la non autosufficienza che da febbraio verrà rimpinguato per rispondere alle esigenze di 5000 famiglie liguri. In pratica, ha ricordato Burlando, si è passati da 0 a venti milioni di euro in due anni e mezzo per il fondo della non autosufficienza, si è dato risposte al 100% degli aventi diritto per le borse di studio, e anche al 100% degli aventi diritto per la residenzialità, abbiamo affrontato il tema delle liste di attesa, avviato la stabilizzazione dei precari regionali che nel 2008 arriverà a 1000 unità, abbiamo approvato la legge sul lavoro e i programmi ‘Ricomincio da 40’ e ‘Pari’ che hanno consentito l’inserimento lavorativo di 1.200 persone”. Per quanto riguarda il problema degli alloggi per gli studenti il presidente ha inoltre annunciato la possibilità che il “quartiere Tabarca” nel Porto Antico diventi per metà case per studenti che si andranno ad aggiungere a quelle già programmate in Salita Neve, alle Fieschine, e al S.Nicola per un totale di 500 alloggi per studenti “in grado di dare risposte ad una fascia intermedia di giovani e ad evitare così il mercato nero”. Iniziative ha ribadito il presidente della Regione che si rivolgono alle fasce deboli e che dovrebbero costituire il tema per forti operazioni politiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here