Il Premio H. C. Andersen giunge alla 49^ Edizione

0
CONDIVIDI
Premio Andersen Baia delle Favole
Premio Andersen Baia delle Favole
Premio Andersen Baia delle Favole

GENOVA. 16 GEN Il Premio H. C. Andersen-Baia delle Favole giunge quest’anno alla sua 49° edizione (apertura del bando oggi sabato 16 gennaio 2016). Lo storico concorso letterario per la fiaba inedita, punto di riferimento a livello internazionale nell’ambito della letteratura per l’infanzia, promosso dal Comune di Sestri Levante e realizzato in collaborazione con Artificio 23, tocca in questo 2016 un traguardo che vede tante novità accompagnarsi alla conferma di solide tradizioni.

Prima novità è la presenza di una madrina d’eccezioneAmbra Angiolini.

Dal 1967 la commissione di lettura presieduta da David Bixio (che inventò il premio in onore del celebre scrittore, che a Sestri Levante soggiornò, innamorandosene) premia le fiabe inedite, operando una selezione fra le oltre 1.000 favole, suddivise nelle varie sezioni collettive e individuali del concorso, in arrivo ogni anno. Particolarità del premio infatti è quella di accogliere fiabe provenienti sia dagli adulti (oltre i 17 anni), che dai ragazzi, nelle sezioni: Scuola materna (da 3 a 5 anni), Bambini (da 6 a 10 anni) e Ragazzi (da 11 a 16 anni). Il concorso è aperto anche agli autori stranieri, che possono partecipare con fiabe in lingua inglese, francese, tedesca, spagnola, araba, cinese e russa, in linea con l’internazionalità del Premio. Al testo vincitore delPremio H. C. Andersen Baia delle Favole, tra i pochi premi letterari importanti aperti anche ai non scrittori di professione, viene conferito un riconoscimento economico di € 3.000 e la pubblicazione presso una casa editrice riconosciuta.

 

In questi 49 anni hanno partecipato a vario titolo al Premio H. C. Andersen Arturo Brachetti, Peppino De Filippo, Italo Calvino, Tonino Conte, Emanuele Luzzati, Alberto Moravia, Mario Soldati, Maria Luisa Spaziani, Guido Stagnaro, Sergio Zavoli.

Il bando si potrà scaricare dal sito www.andersenpremio.it a partire dal 16 gennaio 2016.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO