Il pitone del Bisagno affidato all’Acquario di Genova

0
CONDIVIDI

pitone_bisagnoGENOVA 19 NOV. È stato affidato temporaneamente all’Acquario di Genova, il pitone ritrovato nei giorni scorsi nel greto del torrente Bisagno. Si tratta di un esemplare di Pitone moluro (Python molurus) specie sottoposta a legislazione CITES (Convenzione di Washington), all’interno dell’Allegato B – Appendice II, specie per le quali sono regolamentati il commercio e la detenzione.
Considerando le dimensioni e la difficoltosa gestione, l’animale di circa 260 cm e del peso di 4,8 Kg potrebbe essere fuggito o essere stato abbandonato. Questi animali necessitano di ampi terrari riscaldati, cure veterinarie e alimentazione regolare con prede sane. Un esemplare di questa specie in età adulta può raggiungere i 5 metri di lunghezza ed il peso di 70/80 Kg.
È stato temporaneamente ricoverato nella zona curatoriale presso l’Acquario di Genova, in attesa di una sistemazione definitiva che possa garantirgli uno spazio adeguato. Le indagini di carattere medico veterinario non evidenziano particolari patologie ad eccezione di una lieve disidratazione da probabile prolungata inanizione ed una muta effettuata in maniera irregolare e imperfetta.
Continuano gli accertamenti da parte del personale della Polizia Municipale Reparto Ambiente e del Corpo Forestale dello Stato rivolti ad individuare il detentore del serpente che, con scarso rispetto delle attitudini dell’animale, lo ha abbandonato in luogo non idoneo alla sopravvivenza.

LASCIA UN COMMENTO