Il Pd: non azzerare fondi a Banca della Terra

0
CONDIVIDI
L'ex assessore all'Agricoltura Giovanni Barbagallo (Pd)
L’ex assessore Giovanni Barbagallo (Pd)

GENOVA. 3 DIC. “La giunta Toti faccia chiarezza sulla Banca della Terra: uno strumento fondamentale contro il dissesto idrogeologico”. A chiederlo oggi è il consigliere regionale del Pd Giovanni Barbagallo, dopo le notizie apparse sugli organi di stampa, su un possibile azzeramento del finanziamento che sostiene i progetti legati alla Banca della Terra.

“Questo strumento – ha detto Barbagallo – consente alle aziende agricole di poter aumentare, grazie a un aiuto economico, la propria superficie aziendale, acquistando dei terreni incolti o marginali, ma limitrofi all’azienda agricola. Un modo per migliorare la manutenzione dell’entroterra”.

Fino all’anno scorso, la Banca della Terra, istituita dalla giunta Burlando di cui Barbagallo era assessore all’Agricoltura, stanziava fino a 15 mila euro l’anno per le aziende che volevano usufruire di quest’opportunità. “Adesso però – ha aggiunto Barbagallo – sembra che la giunta Toti non voglia più mettere a bilancio dei fondi per sostenere questo progetto. Se fosse vero sarebbe un grave errore”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO