Il nuovo Don Chisciotte domenica al Cargo

0
CONDIVIDI
Domenica 4 ottobre 2015 alle ore 16,30 al Teatro di Villa Galliera la Stagione 2015/2016 di Teatro Cargo prosegue con il concerto Il nuovo Don Chisciotte
Domenica 4 ottobre 2015 alle ore 16,30 al Teatro di Villa Galliera la Stagione 2015/2016 di Teatro Cargo prosegue con il concerto Il nuovo Don Chisciotte
Domenica 4 ottobre 2015 alle ore 16,30 al Teatro di Villa Galliera la Stagione 2015/2016 di Teatro Cargo prosegue con il concerto Il nuovo Don Chisciotte

GENOVA. 2 OTT. Domenica 4 ottobre 2015 alle ore 16,30 al Teatro di Villa Galliera la Stagione 2015/2016 di Teatro Cargo prosegue con il concerto Il nuovo Don Chisciotte, preceduto alle ore 15 da una tavola rotonda. Curato dal Conservatorio “Niccolò Paganini”, il progetto riporta in vita un episodio artistico del passato.

Il Teatro della Villa Duchessa di Galliera, infatti, torna indietro di oltre duecento anni per rivivere un momento della sua storia. Nel 1788 la sala ospitò in prima esecuzione assoluta l’opera di Francesco Bianchi Il nuovo Don Chisciotte. Di questo lavoro non risultano successive riprese, ma il suo manoscritto è custodito nella Biblioteca del Conservatorio “N. Paganini” di Genova.

Contenuto e contenitore tornano a incontrarsi in questa occasione eccezionale, utile non solo a fare luce su un compositore e la sua produzione, ma anche a comprendere meglio quale fosse la vita di un teatro nobiliare nel Settecento, di cui l’esemplare voltrese rimane l’unico in tutta la Liguria.

 

Il programma della giornata è diviso in due parti: una tavola rotonda e l’esecuzione di alcune scene dal Don Chisciotte. Gli interventi di docenti e allievi del Conservatorio avranno come tema: il Teatro della Villa Duchessa di Galliera, assunto anche come modello di teatro di corte settecentesco; Francesco Bianchi, compositore pressoché sconosciuto ma all’epoca autore di una copiosa produzione teatrale; Il Nuovo Don Chisciotte, che sarà analizzato nella sua partitura musicale e nel libretto, ricordando i protagonisti di quella prima esecuzione assoluta, alcuni dei quali noti nella Genova del tempo. Dopo questo primo momento informativo, si potranno seguire due o tre scene dell’opera a cura di studenti, cantanti e strumentisti del Conservatorio, che si muoveranno nell’impianto scenico allestito dal corso di Scenografia dell’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Per prenotazioni e maggiori informazioni: TEATRO CARGO / www.teatrocargo.it / #teatrocargo

LASCIA UN COMMENTO