Home Cultura Cultura Italia

Il Nano Morgante | La Saggezza usa & getta

1
CONDIVIDI
Il Nano Morgante | La Saggezza usa & getta

GENOVA. 22 APR. In estrema sintesi, senza per questo invocare scandalo, si può intendere la “saggezza” come il prodotto dell’esperienza che l’essere umano, per senso logico, col tempo e col proprio vissuto dovrebbe acquisire. Prodotto, in realtà, difficilmente reperibile sul mercato.

Ora, tra le tante cose, non ci si stupisca troppo per l’uso del termine “prodotto”, poiché in una Società dichiaratamente mercificante e merceologica ogni elemento che la compone non può sfuggire ad una classificazione commerciale.

Ancor meno ci si stupisca per l’uso del condizionale “dovrebbe”,  proprio perché, nota stravagante, l’esperienza dell’età non riesce sempre ad imprimere ed esprimere un simmetrico accrescimento di virtù etiche, coscienza, rispetto, educazione, sensibilità.


A tal fine, riflettendo su tale aspetto, possiamo rinforzare l’assunto scomodando l’antica connotazione aristotelica di saggezza quale “virtù intellettuale, causa efficiente di felicità”, tratta dalla Etica Nicomachea.

Assurge a dato statistico che ciascuno, in nome di un proprio accomodato codice linguistico-interpretativo, espone in dote una bontà inusitata, in linea con l’affermazione “è impossibile essere saggio senza essere buono” (id).

A tal guisa, per coerenza, una Società “saggia”, quindi “buona & virtuosa”, non può esprimere in larga scala valori decadenti e sentimenti scadenti, giacché considerare sagge tali esibizioni implicherebbe una visione ed una immaginazione alterate.

Non resta quindi che attenersi alla realtà, ammettendo per un verso l’irreperibilità del “prodotto” e, per l’altro, la precarietà di un mercato invaghito del culto parossistico del fungibile.

Cosicché questa realtà, disfattasi della saggezza, la rimpiazza alla bell’e meglio, con prodotti effimeri.

D’altronde, una Società “usa & getta” può ragionevolmente prevedere e contemplare la pertinenza di un prodotto durevole?

Massimiliano Barbin Bertorelli

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here