Home Cultura Cultura Genova

Il Nano Morgante | La geometria del tempo presente

1
CONDIVIDI
Il Nano Morgante | La geometria del tempo presente

GENOVA. 29 APR. Determinare la nostra esatta collocazione storica e meta-storica è un’impresa tutt’altro che semplice. Tale da suggerirne un comodo evitamento.

In poche parole, non è facile voler connettere la dimensione attuale alla dimensione passata senza perdere continuità e linearità, senza introdurre linee spezzate, segmenti.

In tal senso, tutto ciò che conosciamo della Storia (e quindi, estensivamente, di noi stessi) lo apprendiamo, volendo, dai libri e/o da chi ce ne fa dono, raccontandocelo.


E poiché il metodo della tradizione orale, a parte ovviamente la fase intermedia e fugace dell’apprendimento scolastico, è stato affiancato dalla forma scritta, il linguaggio è diventato oggi il “medium” (cit. Gadamer) che consente di interpretare e di connettere il continuum del nostro Tempo presente.

Trascurando in questa sede la validità o meno delle narrazioni a noi giunte, la questione consiste, in realtà, nell’interpretare anche per mezzo della scrittura gli innumerevoli elementi di conoscenza che confluiscono ed influiscono nel nostro quotidiano.

Tale processo dovrebbe avvenire senza ostacoli, naturalmente. Tuttavia, non è raro rinvenire, nella nostra arroccata idea del tempo, un cleavage  tra le distinte dimensioni.

Non troppo diversamente accade nelle usuali relazioni sociali, dove non di rado pare di ricominciare ogni volta da zero, anziché riprendere dal punto precedente, da dove il discorso si era interrotto.

Concludendo la breve ed astratta considerazione, può accadere che una certa cosa, un luogo di usuale transito, un viso, vengano avvolti da una dimensione inusuale e mutevole, rassicurante e familiare.

Comprendere questa dimensione, uguale e differente da un attimo all’altro, comprendere queste dis-continuità apparenti, queste angolazioni, è utile per affrontare adeguatamente la geometria del tempo presente.

Massimiliano Barbin Bertorelli

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here