Il ministro Galletti visita i cantieri del Bisagno e Fereggiano

0
CONDIVIDI
il governatore Toti e il ministro Galletti nel cantiere del Bisagno
il governatore Toti e il ministro Galletti nel cantiere del Bisagno
Il governatore Toti e il ministro Galletti nel cantiere del Bisagno

GENOVA. 17 FEB. Incontro e sopralluogo nei cantieri del Bisagno e Fereggiano del ministro dell’ambiente Galletti con il coordinatore dell’ufficio rischi idrogeologici della Protezione civile nazionale Oreficini, il governatore Toti, il sindaco Doria, l’assessore regionale Giampedrone, l’assessore comunale Crivello e il responsabile di #italiasicura Grassi.

Il primo incontro si è svolto presso il Municipio III Bassa Valbisagno, dove è stata analiticamente spiegata la situazione idrogeologica grazie ad uno studio della Fondazione Cima.

“Fin dal suo insediamento nel 2012 – ha detto il sindaco – la Giunta Comunale di Genova ha posto la sicurezza del territorio contro il rischio alluvioni tra le priorità fondamentali della città.

 

Non avendo ancora a disposizione risorse adeguate per gli interventi ha comunque puntato a finanziare e avviare lo scolmatore del Fereggiano, l’affluente del Bisagno responsabile dell’alluvione 2011, e ha proseguito gli interventi per la sicurezza del Chiaravagna, in particolare abbattendo l’edificio di via Giotto le cui fondamenta insistevano sul greto del torrente.

Per finanziare la costruzione dello scolmatore del Fereggiano, riutilizzando la galleria già esistente, l’amministrazione comunale ha contratto un mutuo e ha concorso con un proprio progetto al finanziamento nazionale del Piano città. Ciò ha reso possibile l’avvio del cantiere nel 2015”.

“Dopo i nuovi eventi alluvionali del 2014 grazie ai primi finanziamenti di #italiasicura, pari a 275 milioni di euro, che si aggiungono a quelli già stanziati dal Comune per il Fereggiano e per la progettazione di interventi su altri corsi d’acqua, Genova è oggi la città italiana dove si stanno realizzando le più importanti opere di riassetto idrogeologico”.

I cantieri attualmente in corso sono cinque, 2 quelli conclusi, 3 in affidamento lavori o in attesa avvio, 2 in attesa di gara.

Il ministro Gian Luca Galletti ha detto: ”Oggi sono venuto a rendermi conto di persona dell’apertura dei cantieri. Ma l’impegno non finisce qui nè per Genova nè per il resto d’Italia. L’obiettivo è evitare nuove tragedie. All’inizio del lavoro del governo avevamo preso l’impegno di partire con i cantieri. Sappiamo che è un lavoro lungo ma se non si parte non si arriva mai. Qui su Genova abbiamo investito molto perchè è una delle zone dove c’è maggior rischio”.

Il sito del Comune www.comune.genova.it riporta il quadro aggiornato e dettagliato delle opere in corso.

LASCIA UN COMMENTO