Home Non Classificati

IL MIL PROPONE DI PORTARE A GENOVA, NELLA BANCA D’ ITALIA, IL TESORO DEI SAVOIA

0
CONDIVIDI
IL MIL PROPONE DI PORTARE A GENOVA, NELLA BANCA D ITALIA, IL TESORO DEI SAVOIA

a. A comunicarlo, nei dettagli, l’On. Raffaele Costa e a seguire i quotidiani nazionali. A farsi avanti ? stata la Regione Piemonte che, per voce del presidente Mercedes Bresso, ha dichiarato: ?Credo sia arrivato il momento di chiedere di trasferire a Torino i gioielli della corona e di esporli al pubblico?.
La reazione ? arrivata immediata dal M.I.L. (Movimento Indipendentista Ligure) che in una nota ha invitato tutte le Istituzioni Liguri a seguire gli eventi con la massima attenzione. Il Mil fa notare come il Sen. Aleandro Longhi in una sua interpellanza a 4 Ministri faceva presente i diritti di Genova, ribaditi anche dal Consiglio Provinciale di Genova l?11 settembre 2002. Longhi, nella sua interpellanza, aveva quantificato l’ equivalente del valore del tesoro ad oggi di circa 3.948 miliardi di vecchie lire, oltre al fatto che ?la perdita, illegittimamente subita, dell?indipendenza di un popolo, quello ligure, dei suoi valori e della sua civilt?, ? inestimabile e non risarcibile se non con il ristabilimento del diritto leso?.
Qualc’ un altro ha proposto di esporre il tesoro dei Savoia nel caveau storico della Banca d?Italia di Torino, da trasformare, in seguito, in museo. Il Mil, per opera del suo portavoce Franco Bampi, ricorda che “La Banca d?Italia ? nata dalla Banca di Genova che nel 1849 venne fusa con la Banca di Torino per fare la Banca Nazionale, che nel 1893, divenne infine la Banca d?Italia. E da qui la proposta, per diritto di primogenitura, di esporre il tesoro nei caveau della Banca d?Italia di Genova.
(nella foto: la Banca d’Italia a Roma).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here