Home Cronaca Cronaca Italia

IL FORTE QUEZZI DI GENOVA TRASFORMATO IN PORCILE. DENUNCIATO UN 70ENNE DI ORIGINI SARDE

0
CONDIVIDI

uezzi. Si tratta di una struttura risalente al ‘700 e meta inserita nelle guide sulla città. L’uomo ha occupato il forte utilizzandolo come porcile e ovile. All’interno dell’edificio ha costruito varie strutture necessarie per il suo lavoro. Il fatto era nota a tanti da tempo, tante le proteste e qualche denuncia, ma l’uomo non aveva mai desistito. Oggi i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Genova, agli ordini del comandante Salvatore Di Stefano, lo hanno denunciato. In questo caso le accuse a suo carico sono: danneggiamento di patrimonio storico artistico nazionale, costruzione di opere illecite su beni culturali sottoposti a vincoli architettonici, interventi edilizi non autorizzati in zona sottoposta a vincolo paesaggistico e invasione arbitraria di terreni ed edifici appartenenti al pubblico patrimonio. Oltre a denunciare l’uomo i Carabinieri hanno provveduto a smantellare gli allevamenti. (nella foto: le rovine di forte Quezzi con le costruzioni abusive per l’allevamento di maiali e pecore).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here