Il Festival del Doppiaggio da Savona a Todi per premiare i Simpson

0
CONDIVIDI
da sinistra a destra Diana Del Vecchio direttore generale del Todi Festival, Fabrizio Mazzotta voce di Krusty e Tiziana Voarino direttore del Festival Nazionale del Doppiaggio
da sinistra a destra Diana Del Vecchio direttore generale del Todi Festival, Fabrizio Mazzotta voce di Krusty e Tiziana Voarino direttore del Festival Nazionale del Doppiaggio
da sinistra a destra Diana Del Vecchio direttore generale del Todi Festival, Fabrizio Mazzotta voce di Krusty e Tiziana Voarino direttore del Festival Nazionale del Doppiaggio

SAVONA. 5 SET. Il Festival Nazionale del Doppiaggio VOCI nell’Ombra ha lanciato  la diciassettesima edizione al  Todi Festival consegnando  un premio speciale al doppiaggio per la lunga serialità, trent’anni di messa in onda, ai Simpson .

Si terrà dal 27 al 29 di ottobre 2016, a Savona, la diciassettesima  edizione de Il Festival Nazionale del Doppiaggio VOCI nell’Ombra, la più importante, longeva e continuativa,  manifestazione a livello europeo dedicata al mondo del doppiaggio, nella consapevolezza che il doppiaggio italiano è sicuramente, a livello di professionalità, il migliore in assoluto.

Il Festival  ha il sostegno di SIAE,  della Regione Liguria,  dell’Unione Industriali di Savona,con main sponsor Ladybird house, leader nel settore della bellezza delle mani e delle unghie e sponsor Coop, con  il Patrocinio  del Comune di Savona, dell’Università di Genova e del Campus di Savona, dell’Università di Milano Bicocca, dell’Università di Bologna con il D.I.T. di Forlì, dell’Università Sophie Antipholis di Nizza, del Rufilms russo, dell’AIDAC(Associazione Italiana dialogisti e adattatori cinetelevisivi), dell’AGIS, della Liguria Film Commission, di Confassociazioni International, dell’Ufficio Scolastico Regionale e della CCIAA.

 

Dopo quindici anni di guida artistica del critico Claudio G.Fava, ormai scomparso, ora sotto la direzione di Tiziana Voarino e del Prof. Felice Rossello la manifestazione, rinnovata nel sito, nel logo e nell’immagine, ha riproposto con grande successo la sedicesima edizione e conferma il  rilancio con questa diciassettesima che ha inaugurato con una bella collaborazione.

Con il Festival di Todi, che ha festeggiato il trentennale, ha consegnato  un premio speciale al doppiaggio per la lunga serialità, trent’anni di messa in onda, ai Simpson.   L’occasione è stato al Todi Festival, l’appuntamento di  sabato 3 settembre, alle 17, presso la sala del Consiglio del Palazzo Comunale, consegnando il  Premio Speciale al Doppiaggio destinato ai  Simpson: i celeberrimi cartoni animati che hanno compiuto anche loro 30 anni quest’anno, così come il Todi Festival ha celebrato  l’importante traguardo del trentennale.

I personaggi dei Simpson non erano  presenti, ma pareva ci fossero grazie a chi  per anni in Italia, ha dato voce alle loro avventure, grazie alla partnership traTodi Festival e il Festival Nazionale del Doppiaggio è stato infatti assegnato il “Premio speciale al doppiaggio per la lunga serialità” riservato proprio ai doppiatori italiani della fortunata serie ideata da Matt Groening, chiaro  esempio di una produzione televisiva di grande successo durata decenni: una preziosa ceramica forgiata a mano graffita e ingobbita realizzata da Roberto Giannotti presso la storica manifattura delle ceramiche San Giorgio di Albissola Marina della famiglia Poggi, vera e propria fabbrica museo ed  eccellenza italiana.  Ha ritirato  il premio  il simpatico e brillante Fabrizio Mazzotta, storico doppiatore    di  Krusty il Clown    (Dan Castellaneta negli Stati Uniti), l’affezionato amico di Bart (Nancy Cartwright negli Stati Uniti), il terribile ragazzino dai capelli a  spazzola  che per molti anni ha avuto la voce di Ilaria Stagni.

Ha consegnato il premio Tiziana Voarino, direttore del Festival, annunciando la novità dell’edizione 2016, ovvero l’istituzione del Premio SIAE, che sarà assegnato durante la Serata d’ Onore della diciassettesima edizione al Teatro Chiabrera di Savona a un giovane adattatore e dialoghista di indiscusso talento. A partire dal 2015 la Società Italiana degli Autori ed Editori sostiene il Festival nell’ambito di una politica dedicata a promuovere e a valorizzare i giovani talenti e il loro percorso formativo e lavorativo.

 L’appuntamento si è trasformato in un talk show in cui si  sono vagliate le tematiche connesse alla trasposizione multimediale di un prodotto prettamente divertente e fortemente connotato USA, da alla cultura e alla lingua italiana e ai tratti che contraddistinguono il doppiaggio dei prodotti di lunga serialità televisiva e alle connesse possibili problematiche.

Ha ricordato  anche Mario Paolinelli che durante la scorsa edizione de  il Festival del Doppiaggio ha premiato con una strameritata Targa alla Carriera di adattatore dialoghista.  Purtroppo è scomparso ieri. Si è distinto con  un appassionato e incessante lavoro in difesa del diritto d’autore come riporta la nota diramata dall’Aidac di cui era Vicepresidente.

L’appuntamento è con il gotha del doppiaggio italiano a Savona dal 27 al 29 ottobre per il Festival del Doppiaggio e con il gran galà di consegna degli Anelli d’Oro ai migliori doppiaggi e doppiatori il 28 ottobre alle 21 al Teatro Chiabrera di Savona.

LASCIA UN COMMENTO