Il Centro Agroalimentare di Genova e la pesatura dei container

0
CONDIVIDI
Il Centro Agroalimentare di Genova e la pesatura dei container
Il Centro Agroalimentare di Genova e la pesatura dei container
Il Centro Agroalimentare di Genova e la pesatura dei container

GENOVA. 1 LUG. Decolla presso il Centro Agroalimentare di Genova la pesatura dei container.

Il Mercato Ortofrutticolo di Genova, centro logistico, ha infatti colto l’occasione delle nuove normative internazionali relative alla pesatura dei container, in vigore dal prossimo primo luglio, che devono essere imbarcati.

La determinazione della «massa lorda verificata del contenitore» (VGM Verification of the Gross Mass), così viene definita, si potrà realizzare a Bolzaneto sette giorni su sette, 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno. In un’area appositamente attrezzata all’interno della struttura complessiva che, occorre ricordarlo, è completamente recintata e controllata costantemente nonché dotata di un magazzino doganale di tipo C, dovessero rendersi necessarie operazioni in regime doganale.

 

Proprio nei giorni di avvio di questa nuova modalità fuori dall’ambito portuale, l’opportunità data agli operatori portuali (spedizionieri e autotrasportatori in particolare) dal Centro Agroalimentare di Genova garantisce una soluzione efficace in termini di velocità delle operazioni evitando problematiche di traffico vista la vicinanza della struttura al Porto e al casello autostradale.

Vero e proprio punto di pesatura di “cornice” esterno al perimetro portuale e al contesto urbano genovese, collocato lungo le direttrici di traffico verso il porto provenienti da ogni parte dell’Italia e dell’Europa, il Centro Agroalimentare di Genova realizzerà dall’1 luglio tutte le operazioni  per la certificazione del peso della merce da imbarcare secondo la disciplina tecnica emanata dal Comando generale delle Capitanerie di Porto il 5 maggio scorso.

Le nuove norme (Emendamento SOLAS, acronimo di Safety of Life at Sea convenzione internazionale dell’Organizzazione Marittima Internazionele IMO, volta a tutelare la sicurezza della navigazione mercantile, con esplicito riferimento alla salvaguardia della vita umana in mare) prevedono l’obbligo per lo spedizioniere di verificare la massa lorda del container mediante pesatura o del container già riempito e mediante pesatura dei singoli colli da sommare alla massa del container vuoto nonché di assicurarsi che la quantificazione della massa verificata sia inserita nel documento di trasporto e comunicata prima dell’imbarco della nave. L’inosservanza di tale obbligo comporta il divieto di imbarco del container sulla nave.

Tutti servizi che il Centro Agroalimentare genovese sarà in grado di svolgere. Per maggiori informazioni è possibile scrivere a [email protected]

Internet: www.mercatogenova.it

LASCIA UN COMMENTO