Il Carlo felice non può far volare la sua Rondine

1
CONDIVIDI
Il Carlo felice non può far volare la sua Rondine

GENOVA. 3 OTT. Sempre più difficile la situazione del Carlo Felice che da mesi segnala il mancato percepimento dei fondi previsti dalla “Legge Bray”.

Ovviamente tutto questo ha compromesso il processo di risanamento e messo sempre in difficoltà la gestione ordinaria. Eppure il teatro ci ha provato a continuare a lavorare seriamente volendo mantenere il progetto (ora forse più sogno) di fare del Carlo Felice la “Fabbrica della musica della Liguria”. Ne sono stati una forte testimonianza i concerti in Regione, il Festival estivo della Danza, le tante manifestazioni musicali o di vita cittadina che ci sono state fino ad oggi come è stato recentemente con il XXVI Congresso Nazionale Eucaristico dello scorso settembre.

Ma quello che il Sovrintendente Roi  aveva già fatto presente durante la conferenza stampa di presentazione della Stagione Artistica 2016/2017 e cioè che il protrarsi del ritardo costringeva il Teatro a far fronte con proprie risorse a debiti e oneri che lo avrebbero messo a terra è accaduto inevitabilmente.

 

Ne deriva un decisione inevitabile, necessaria e dolorosa: rinviare alla prossima Stagione la messa in scena dell’opera “La Rondine” di Giacomo Puccini inaugurando così la Stagione Lirica il 15 dicembre con “La traviata” di Giuseppe Verdi.

Con questo gesto la Fondazione non intende rinunciare ad un’idea culturale, ma semplicemente rimodularla. Le condizioni economiche sopra descritte purtroppo hanno reso necessario rivedere questa raffinata proposta artistica e culturale che molti genovesi aspettavano con gioia.

Per fortuna nulla non cambia riguardo l’inaugurazione delle celebrazioni per il 25° anniversario della ricostruzione del Carlo Felice in cui sarà Andrea Battistoni (Direttore Ospite Principale), recentemente nominato Direttore della Tokyo Philarmonic Orchestra, a dirigere un concerto che segnerà anche l’inizio della Stagione Sinfonica.

FRANCESCA CAMPONERO

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO