Home Cultura Cultura Genova

Il Borgo Cerusa torna nel medioevo: presepe vivente a Voltri

0
CONDIVIDI
Il Borgo Cerusa torna nel medioevo: presepe vivente a Voltri

GENOVA. 20 DIC. Per il terzo anno consecutivo, nella delegazione più a ponente di Genova, due associazioni hanno organizzato il presepe vivente all’interno di uno dei borghi più caratteristici situati nel punto più a nord del Mediterraneo occidentale.

Gli “Amici del Capolinea” e gli “Amici di Villa Duchessa di Galliera” hanno radunato ed abbigliato oltre sessanta figuranti in costumi rigorosamente d’epoca per farli sfilare lungo le vie del borgo di Cerusa, antica zona storica di Voltri che, per l’occasione, ha ricreato l’atmosfera del passato.

I negozi ed anche le abitazioni private sono ritornate di colpo in un’era antica. Tra i costumi di broccato e vecchie lanterne, i figuranti ed il pubblico hanno potuto apprezzare differenti mestieri del passato che hanno offerto loro cibo e bevande. Dal vecchio speziale al vinaio, dalla taverna al “fainottu” passando per l’immancabile “besagnino”, ognuno dei partecipanti ha potuto assaggiare prodotti della tradizione ligure in un clima di festa ed allegria.


Un aspetto culturale è stato offerto dallo studio dello scultore Francesco Cento, che per l’occasione ha presentato però una fatica letteraria, ovvero il “Dizionario di Donizetti” a breve in uscita, mentre il giovane cantautore genovese Giovanni Acquilino ha presentato il suo primo CD dal titolo “La ninfa e il mostro”, in un clima conviviale accompagnato da buon cibo e bevande, in un insieme molto apprezzato dagli astanti.

Il corteo storico fatto di armati, nobili, religiosi e popolani ha prima sfilato verso la storica chiesa di Santa Limbania per poi disperdersi lungo il borgo. A sera ormai scesa, il gruppo di figuranti ha poi ripreso il cammino verso la chiesa di Sant’Anna dove si è svolta la scena finale della natività.

Sono soddisfatti Mariella Garbero e Matteo Frulio rappresentanti delle due associazioni che, in collaborazione con gli operatori economici di Via Cerusa e Via Camozzini sono riusciti a realizzare una manifestazione di grande successo. “Vorremmo ringraziare tutti i figuranti che hanno preso parte al corteo storico ed anche al M° Agostino Chiossone che ha accompagnato l’evento suonando l’organo storico della chiesa di Sant’Anna”, spiega Frulio, “la buona partecipazione di pubblico e l’ottima risposta di tutto il Borgo Cerusa ci danno la carica per pensare ad una nuova edizione”. Un evento patrocinato dal Comune di Genova e dal Municipio VII Ponente, in collaborazione con Genova Tradizioni che di anno in anno si conferma come appuntamento classico del periodo natalizio a Voltri, nel segno della tradizione e del desiderio di festeggiare insieme una ricorrenza importante.

Roberto Polleri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here