Il 20° premio AIDDA Liguria ad un’eccellenza del “mondo High Tech”

0
CONDIVIDI
Il 20° premio AIDDA Liguria ad un’eccellenza del “mondo High Tech”

IMPERIA. 1 DIC. Si è svolta nel pomeriggio di martedì 29 novembre 2016, presso la Sala Congressi della Confindustria di Imperia, la cerimonia di conferimento del Premio AIDDA Liguria 2016.

Un prestigioso appuntamento che, dal 1997 ad oggi, valorizza e sostiene l’imprenditoria femminile legata al territorio. Uno spirito di solidarietà tra professioniste, desiderose di “fare rete”, basato su etica e scambio di informazioni che resta fedele alle origini dell’Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti di Azienda, nata in Francia durante la seconda guerra mondiale da un gruppo di donne talentuose che si trovarono a dover gestire le aziende di famiglia, in assenza dei mariti, partiti in guerra, come ricorda Carmen Torlasco, Vicepresidente nazionale di AIDDA, presente in sala.

“Il premio assegnato rappresenta, dunque, un segnale positivo e di buon auspicio che dimostra come la tenacia, la forza d’animo e la passione ben espresse dalle imprenditrici italiane e, in particolare, liguri possano dare frutti preziosi e creare realtà imprenditoriali di eccellenza”, sottolinea Paolo Della Petra, Direttore di Confindustria Imperia. Caratteristiche incarnate da Roberta Viglione che riceve il premio 2016, la cui personalità colpisce non solo per il curriculum ma anche per la sua passione per il lavoro; per il forte legame con il territorio e per la costante ricerca della qualità, come evidenzia Barbara Borsotto, Direttrice Artistica della Maison DAPHNÉ ® di Sanremo.

 

Presidente ed Amministratore delegato di Mauden S.p.a., laurea in architettura, Roberta Viglione racconta con passione la sua storia che nasce proprio da Imperia, sua città natale, cui resta ancora profondamente legata.

Un percorso di formazione dinamico e proiettato a sperimentare che l’ha portata ad avvicinarsi al mondo dell’informatica, inizialmente quasi per caso e poi seriamente, con esperienze sul campo in Liguria e in Svizzera, dove ha lavorato come sistemista presso la nota società farmaceutica Sandoz e Hoffman Laroche di Basilea.

E poi i successi ottenuti con Mauden, system integrator, un laboratorio di ricerca per l’innovazione digitale con sede a Milano e filiali sparse in tutta Italia (Roma, Parma, Siena e Imperia). Un ruolo da Leader nel ramo delle consulenze IT e big data al servizio di grandi gruppi bancari e, più recentemente, del settore retail. “I risultati raggiunti sono il frutto di una sinergia di gruppo, corroborata dalla mia energia, tra i colleghi senior e i giovanissimi collaboratori, che mi hanno permesso di andare oltre i risultati sperati, realizzando un prodotto tutto nostro in grado di catalogare migliaia di dati disponibili in rete o provenienti da altri dispositivi multimediali”, ci ricorda la stessa Roberta Viglione. Un “valore aggiunto” che ha consentito di concretizzare il progetto Bou-tek, uno spazio espositivo ipertecnologico, aperto da Mauden nel cuore di Milano, primo esempio di digital store nella città meneghina.

Un giusto bilanciamento di innovazione, voglia di fare e valorizzazione del talento può dunque costituire la base di partenza, con uno sguardo particolare rivolto ai giovani che hanno bisogno di essere incoraggiati da persone che ne sappiano valorizzare le competenze e le abilità, in vista anche di un rilancio del territorio ligure, sottolinea, con entusiasmo, Riccarda Giordano, Presidente AIDDA Liguria.

Una serata all’insegna della riscoperta dei valori più autentici del lavoro, ben riassunti dalla citazione di Antoine de Saint-Exupéry ricordata dalla moderatrice, Professoressa Raffaella Ranise, scrittrice imperiese ed esperta di tematiche sul lavoro femminile: “Se vuoi costruire una nave, non radunare uomini solo per raccogliere il legno e distribuire i compiti, ma insegna loro la nostalgia del mare ampio e infinito”. Infine, la presenza simbolica dei colori caldi del garofano AIDDA, un ibrido screziato, appositamente creato per l’Associazione agli inizi degli Anni ‘70, è stata fedelmente riprodotta nel foulard floreale celebrativo in seta, realizzato per l’occasione dalla Maison DAPHNÉ ® di Sanremo.

Ospiti d’onore della serata, Daniela Cassini, Assessore al Turismo, Manifestazioni e Cultura del Comune di Sanremo e Gulshan Jivraj Antivalle, past president del service club monegasco Amitiés sans Frontières.

Maurizio Abbati

Link per approfondire:

AIDDA: https://www.aidda.org

BOU-TEK: http://www.bou-tek.com

Confindustria Imperia: http://www.confindustria.imperia.it 

LASCIA UN COMMENTO