Home Economia Economia Genova

Il 1 giugno apre il “Lido di Genova”, su un’area di 35.000 mq

6
CONDIVIDI
Il 1 giugno apre il “Lido di Genova”, su un’area di 35.000 mq

GENOVA. 31 MAG. Dal 1° giugno, come ogni anno, il Lido di Genova, lo stabilimento balneare più grande d’Europa, apre la stagione estiva con un nuovo spirito rivolto al futuro.

I nuovi azionisti, costituiti da una compagine di imprenditori genovesi, hanno infatti alla fine del 2016 acquisito il complesso con l’obiettivo di dare corso ad un grande progetto di riqualificazione e valorizzazione già percepibile dal naming e dal marchio stesso.

Il ‘Nuovo Lido’ da quest’anno diventa infatti ‘Lido di Genova’ segnando di fatto l’inizio di una nuova fase dello stabilimento rivolto al futuro, sia pur nel rispetto della continuità della tradizione stessa, essendo stato fondato nel 1908.


Lo stabilimento genovese si estende su un’area di circa mq 35.000 con 900 cabine di diversa tipologia, 3 piscine, 1 palestra, 2 bar, 3 ristoranti/pizzerie, un punto vendita, un’area dedicata ai bambini, un campo sportivo polifunzionale, il tutto affacciato su una spiaggia di oltre 200 metri di fronte lineare attrezzata con circa 300 ombrelloni e 1.000 lettini.

La struttura può ospitare comodamente circa 5.000 persone e garantisce, sotto l’aspetto occupazionale, un impiego variabile tra 50/60 dipendenti tra stagionali e a tempo indeterminato impegnati durante la stagione estiva nelle diverse attività.

La nuova proprietà ha garantito il proseguo dell’attività, evitando la probabile chiusura dello stabilimento e impegnandosi immediatamente nel riassetto gestionale e funzionale della struttura, dotandola delle necessarie risorse e rendendo possibile il sensibile miglioramento in termini di decoro, pulizia, servizi e sicurezza a favore della clientela.

Ad oggi, con un investimento complessivo di circa 400 mila euro per la stagione attuale, si è lavorato al rinnovo delle dotazioni – lettini, sdraio, ombrelloni, si è provveduto al riallestimento dell’area Kids dedicata ai bambini, al riammodernamento del campo polifunzionale, alla ristrutturazione e manutenzione di molte parti dello stabilimento, come giardini e servizi igienici, all’installazione di bandiere, striscioni e nuove segnaletiche, al fine di semplificare sempre più ai clienti l’orientamento all’interno dello stabilimento stesso.

Sempre in un’ottica di sguardo rivolto al domani, è stato rinnovato anche il sito Web www.nuovolido.it che sarà in grado di fornire informazioni in tempo reale non solo su attività, servizi, abbonamenti, eventi, meteo ma anche, in futuro, sullo sviluppo del progetto stesso.

Il Lido di Genova punta, fin dai primi mesi della nuova gestione, alla qualità e alla riorganizzazione dei servizi, dando un segnale chiaro e tangibile della volontà di cambiamento e rinnovamento, già riconosciuto dagli stessi clienti abituali, e non solo, che attualmente superano i 2000 abbonati.

Gli interventi realizzati fino ad oggi sono solo però il primo importante, e necessario, passo per assicurare a questo complesso, unico in Europa, lo sviluppo che merita, restituendo a Genova un pezzo fondamentale della sua identità storica, che altrimenti rischiava di essere perduta per sempre.

Facebook: https://www.facebook.com/LidoDiGenova/

6 COMMENTI

  1. In Svizzera (e dico svizzera dove tutto e´ carissimo) l´ingresso al lido di Ascona, bellissimo sul lago maggiore, con spiaggia, piscine, scivoli, prato alberato gigantesco, piscina coperta ristoranti e snack point, tutto tenuto potete immaginare come, la pefezione assoluta, l´ingresso costa, udite udite 5 franchi (circa 5 euro).
    Quanto costa il lido di genova col mare sporco, le cabine fatiscienti e i giochi per i bambini degni di un campo rom?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here