I tagli di Toti alla cultura fanno infuriare il Pd

0
CONDIVIDI
renzi paita
renzi paita
Raffaella Paita con il premier Renzi: Toti e Cavo non conoscono la realtà culturale del territorio

GENOVA 2 DIC. “Altro che nuovi criteri: la giunta Toti taglia i finanziamenti alle iniziative che promuovono l’integrazione sociale e culturale”. A lanciare l’allarme oggi è il capogruppo regionale Pd Raffaella Paita.

“Sugli organi di stampa l’assessore alla Cultura Ilaria Cavo dice di voler eliminare i cosiddetti finanziamenti a pioggia per spettacoli ed eventi – ha detto Paita – Ma, guarda caso, a farne le spese sono tutti quei soggetti, come il Suq, Music 4 Peace o il Teatro dell’Ortica, che portano avanti, da anni, progetti di intercultura e integrazione, con risvolti sociali molto importanti. Quella della giunta Toti e del suo assessore alla Cultura sembra, più che una razionalizzazione dei fondi, una decisione di stampo ideologico”.

Secondo il capogruppo Pd “siamo di fronte a una scelta che dimostra come l’assessore Cavo non conosca veramente l’attività di queste realtà. Solo per fare un esempio, il Suq è un soggetto di caratura nazionale, che porta avanti progetti che vanno al di là dei confini liguri, come dimostra la sua recente partecipazione a Expo. Non vorremmo che depotenziando queste eccellenza del nostro territorio, qualche altre regione decidesse di portarcele via. Il lavoro di questo soggetti, e quindi anche del Teatro dell’Ortica, di Music 4 Peace e di molti altri, andrebbe supportato molto di più e non indebolito con un colpo di spugna”.

LASCIA UN COMMENTO