I sei consiglieri regionali M5S devolvono 30mila ai terremotati

0
CONDIVIDI
I consiglieri regionali del gruppo M5S Liguria

GENOVA. 30 SET. “Oggi ci siamo astenuti al voto dell’Ordine del giorno per devolvere 1.000 euro ai terremotati del centro Italia. E la ragione è semplice, come abbiamo già spiegato a più riprese: nonostante condividiamo l’iniziativa, memori del passato, riteniamo che non ci siano sufficienti garanzie per assicurarci che le donazioni vadano a buon fine, come dimostra il caso dell’alluvione a Genova”.

Lo hanno dichiarato stamane i consiglieri regionali del M5S, a margine della seduta in corso in via Fieschi.

“Per questa ragione – hanno aggiunto i consiglieri – abbiamo deciso di muoverci in autonomia, devolvendo alle popolazioni colpite dal sisma 30mila euro (5mila euro a testa per ognuno dei sei consiglieri), derivanti dalla restituzione degli stipendi che noi portavoce M5S portiamo avanti da inizio legislatura. Fondi che saranno destinati direttamente al conto aperto dal sindaco di Torino Chiara Appendino, che con la puntualità e trasparenza del M5S, si impegna a rendicontare ogni spesa e la destinazione delle donazioni.

 

Non ci stiamo alle facili strumentalizzazioni del Partito Unico, pronto ad usare ogni argomento, anche il più delicato, per attaccare chi non si allinea, giocando sulla pelle dei cittadini. Mentre il MoVimento 5 Stelle restituisce parte degli stipendi e li destina di volta in volta in iniziative di solidarietà o di pubblica utilità, centrodestra e centrosinistra mantengono i propri stipendi da nababbi e si permettono pure di dare lezioni. Ma ormai i cittadini hanno capito il giochetto”.

 

LASCIA UN COMMENTO