Home Cultura Cultura Genova

I Giardini Luzzati in gestione alla Fondazione Luzzati Teatro della Tosse

0
CONDIVIDI
I Giardini Luzzati in gestione alla Fondazione Luzzati Teatro della Tosse

GENOVA. 29 MAR. Il bando di Palazzo Tursi ha assegnato  fino al 2019 la gestione dell’area a Giardini Luzzati a il Ce.Sto con Cooperativa Archeologia e Fondazione Luzzati Teatro della Tosse Onlus.

L’assegnazione scaturisce da un bando indetto dal Comune di Genova grazie al quale i servizi sociali, culturali, sportivi e commerciali (compresi la sottostante piazza Mauro Rostagno”, il campetto sportivo e il parco archeologico) potranno essere gestiti in sinergia per favorire la riqualificazione e la vivibilità dell’intero quartiere.

La proposta culturale è intesa soprattutto come migliore strumento di aggregazione, di coesione sociale fra elementi di provenienza ed età differenti e come possibilità per fare rete con altri soggetti promotori di alto profilo; il “Sociale” è l’anima storica del Ce.Sto, capofila dell’iniziativa, che dal 2012 ha in carico la gestione, il presidio e la cura dell’area, insieme ad un gruppo di volontari, artisti, operatori sociali. É attiva soprattutto nel campo dell’Accoglienza e dei Minori, che qui trova la possibilità di comunicarsi e comunicare temi di delicata attualità ad un pubblico vasto, avendo a disposizione uno “spazio comune” e pratiche efficaci per farlo; con “Territori” si dichiara il desiderio di farsi ponte fra centro storico e città, fra città e Paese nella lettura di tematiche contemporanee.


Questo importante riconoscimento avviene dopo quattro anni di attività in seguito alla concessione dello spazio, momento in cui si è attivato un percorso sperimentale di gestione di un bene comune da parte di un’associazione del terzo settore che attraverso le attività commerciali (bar e ristorante) è riuscita a costruire le basi di una possibile fattibilità economica per la gestione dello stesso.

Da statuto la Nuova Associazione prevede di investire i guadagni in miglioramenti strutturali dell’area e per incrementare le iniziative culturali e sociali. Inoltre l’ispirazione di fondo è sempre stata, e continua ad essere, quello di perseguire la finalità di rendere questo spazio sempre più “pubblico” e aperto alle esigenze del territorio e di tutti i settori sociali della cittadinanza genovese. L’obiettivo generale è quello di sviluppare uno spazio di integrazione culturale e di aggregazione sociale a disposizione del quartiere contrastando e prevenendo un utilizzo passivo della piazza offrendo al contempo una alternativa alla “movida” basata sulla cultura, l’intercultura, la convivenza pacifica e la cittadinanza attiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here