Home Spettacolo Spettacolo Mondo

I favolosi anni ’80: con Andrew & George ecco gli Wham!

0
CONDIVIDI
Gli Wham (George Michael e Andrew Ridgley).

Gli anni ’80 sono stati sicuramente gli anni d’oro da una parte e gli anni dell’effimero dall’altra. Questo decennio di boom economico a livello mondiale, ha permesso una curiosa metamorfosi, sia a livello culturale, sia a livello musicale.

Infatti, l’industria discografica sfornava come se fossero biscotti, un sacco di artisti emergenti, promuovendo la loro musica, lanciandoli nel panorama delle “Hit Parade”, con una facilità incredibile.

La nota dolente è che spesso si mescolava il talento, con la sola immagine, con la bellezza e sovente la musica passava davvero in secondo piano.


Questo per fortuna e nello stesso tempo per sfortuna è capitato agli Wham! Gruppo londinese nato nei primi anni ’80, dapprima con il nome di Executive, che vedeva uniti nomi del calibro di George Michael, Andrew Ridgley e Andros Georgios, cugino di George.

Collaborava con il “trio” anche il migliore amico di sempre di George, David Austin, che non lo ha mai abbandonato, sia nella fama, che nella sventura.

Gli Executive (George Michael, Andrew Ridgley, Andros Georgios e David Austin)

Gli Executive durarono davvero un schiocco di dita, e da li a poco, dopo aver inciso dei pezzi di scarso successo e spessore musicale, i due amici di classe Andrew & George, decisero, di mettersi in proprio e di formare il duo “Wham!”

Gli Wham! Incisero, dopo un pellegrinaggio estenuante per le case discografiche, firmando poi alla fine per la Innervision Records (CBS),  alcune hit di successo, tra le quali Wham Rap! , primo singolo, totalmente ironico-beffardo, che parlava di quanto fosse difficile trovare il lavoro “idoneo” in un contesto troppo assistenzialista e nello stesso tempo bigotto, nella Gran Bretagna dell’epoca.

Singoli incredibili furono incisi dopo la pubblicazione del loro primo album: Fantastic, Bad Boys, che esprimeva l’eterno conflitto generazionale tra genitori e figli, Young Guns (Go for it!), che incitava i ragazzi, desiderosi di farsi una famiglia, a non farsi abbindolare dalle proprie fidanzate, perché una volta sposati, si sarebbero dovuti poi occupare di pannolini e biberon, perdendo così per sempre la propria autonomia e vitalità.

Altro singolo di successo è senz’altro Club Tropicana, che proietta gli Wham! In una dimensione più scanzonata, più soul e pop dalle sonorità quasi nere.

Si evince in questo brano le capacità canore di George, che si distingue oltre che per idolo delle teenager anche un promettente vocalist di successo.

Nel 1984 gli Wham! decisero di pubblicare il loro secondo album Make it big, che li identifica come un fenomeno interplanetario, insieme ai Duran Duran, a-ha e Spandau Ballet.

Il look del duo, cambia completamente, da ragazzini sbarbati che si presentavano alle trasmissioni televisive vestiti con completini da tennis, dove giocherellavano con il volano, nascondendoselo negli shorts, facendo andare in visibilio le ragazzine di mezzo mondo. Con Make it big, George & Andy si proposero al pubblico con un  look più curato, molto patinato, con sonorità raffinate e scanzonate allo stesso tempo, mischiando Soul, Pop, R&B e Bubblegum.

Impossibile non ricordare la simpatica Wake mi up before you go go, inno alla vita, all’amore libero e al divertimento a prescindere. Hit di grande successo e spessore musicale, sicuramente è Everything she wants, dal testo sicuramente più impegnato, che mette in guardia gli uomini dalle donne sanguisughe, che con il pretesto dell’amore, si fanno mantenere dai loro compagni, senza il benché minimo scrupolo.

Gli Wham!

George Michael, la voce, nonché, anima del duo, compositore, arrangiatore e autore di quasi tutti i testi, decise di provare a proporre un brano da solista, l’intramontabile Careless Whisper, ballad di grande poesia e talento, dapprima prodotta e arrangiata dal produttore Jerry Wexler, ma poi scartata dallo stesso George, il quale decise di arrangiarla lui, facendo esplodere una Hit intramontabile e sicuramente di maggiore impatto musicale. Nel 1986 George ci riprova con un altro mega successo: A Different Corner, ballad struggente e malinconica.

Altre Hit di successo di quel periodo, marchiate Wham!  sono senz’altro il tormentone Last Christmas, strenna natalizia, che tutt’ora sovrasta le notti di Natale, I’m your man, che proietta il duo inglese nel primi posti delle US chart.

Emblematica la partecipazione di George Michael al progetto musicale per beneficenza realizzato e promosso da Bob Geldof BAND AID, con il singolo natalizio Do they Know it’s Chrstmas? Portando George  contemporaneamente al 1° e “2° posto delle Hit Parade, con  questo brano insieme a Last Christmas.

Altri brani storici dal 1984 al 1986 sono Credit Card Baby, Freedom, The Edge of Heaven, Where did your heart go? If you were there, degli Isley Brothers e Battlestations, che ricorda molto le sonorità Sint di Prince.

Gli Wham! furono il primo gruppo pop al mondo a fare una tournée in Cina nel 1985, realizzando un film documentario intitolato : Foreign Skies. Fu un successo interplanetario, peccato che non potendo esportare valuta dalla Cina, furono pagati in biciclette e non è una battuta.

Gli Wham! Si sciolsero nel giugno del 1986, con il loro ultimo concerto THE FINAL, al Wembley stadium, davanti ad una platea di di 80.000 spettatori e con ospiti illustri, quali Elton John e Simon Le Bon.

Daniele Spizzico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here