Guerriglia post derby, dal Municipio Daspo a vita

1
CONDIVIDI
I tifosi del Genoa chiedono un incontro pubblico con il presidente Preziosi
Alcuni tifosi che hanno partecipato al derby
Alcuni tifosi che hanno partecipato al derby

GENOVA. 9 MAG. “Il tifosi violenti che ieri sera hanno commesso reati nella zona dello stadio e arrecato disagi ai cittadini di Marassi devono essere identificati e puniti con il Daspo a vita. Lo stadio deve tornare ad essere un luogo di incontro aperto e frequentato dalle famiglie, non servono solo le forze di polizia ma bisogna lavorare sulla educazione dei giovani”. Queste le parole del presidente del Municipio Bassa Valbisagno.

Nel frattempo il tifoso di 44 anni arrestato ieri sera per gli scontri tra ultrà del Genoa e della Sampdoria, alla fine del derby della Lanterna è stato scarcerato.

Il giudice ha imposto l’obbligo di dimora nel comune di Genova e il divieto di uscire quando a Marassi gioca una delle due squadre. Il 44enne è accusato di resistenza aggravata e lesioni a pubblico ufficiale.

1 COMMENTO

  1. Vi amazzate per delle squadre che guadagnano miliardi e sanno già l’esito delle partite per mantenere i lori incassi ma quando si parla di crisi, scioperi, alluvioni, mancati servizi siete tutte delle pecore nelle manifestazioni pacifiche. Avete proprio il “buon senso” delle priorità, dovete amazzarvi per il vostro futuro mancato piuttosto che per un teatrino fra ricchi. APPLAUSI!!!

LASCIA UN COMMENTO