Guai disturbarli, rom accattone oltraggia carabinieri che lo controllano

3
CONDIVIDI
Un controllo dei carabinieri: ieri un marocchino clandestino ha fornito false generalità ed è stato denunciato
Un controllo dei carabinieri
Un controllo dei carabinieri

GENOVA. 6 GIU. Guai “disturbare” mentre “lavorano”. Non solo serve a poco chiamare polizia e carabinieri quando loro insistono nel fare accattonaggio o minacciano per qualche euro, ma visto l’andazzo in talune procure, come quella di Genova, adesso per alcuni di loro i tutori dell’ordine non avrebbero neppure il diritto di chiedere i documenti.

Nel corso della giornata di ieri, i carabinieri del nucleo Radiomobile hanno deferito in stato di libertà per “oltraggio a pubblico ufficiale” un cittadino romeno, 33enne, domiciliato a Genova in Via Serra, con pregiudizi di polizia.

Il giovane è stato sottoposto ad un semplice controllo mentre era intento a chiedere l’elemosina a dei passanti in centro città. Durante il controllo ha reagito, apostrofando i militari con frasi oltraggiose. Pertanto, è stato denunciato.

 

Staremo a vedere se taluni magistrati genovesi lo condanneranno, come nel caso di Emanuele Rubino, l’ultraottantenne malato di cuore messo addirittura in galera a Marassi per aver oltraggiato i cantunè.

 

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO