Home Spettacolo Spettacolo Genova

IL GRANDE SETTECENTO: CLAVICEMBALO E ORGANO A SAN TORPETE

0
CONDIVIDI

doppiopuntoGENOVA 28 AGO. Sabato 30 agosto 2014, ore 18,00,  “I Concerti di San Torpete”, realizzati in collaborazione con l’Associazione Amici dell’Organo, con il contributo del Comune di Genova, dei suoi sostenitori istituzionali e l’insostituibile sostegno della Compagnia di San Paolo, ospitano un insolito concerto che vedrà suonare insieme due strumenti in un abbinamento non comune: il clavicembalo e l’organo.

Saranno eseguiti alcuni brani di grandi autori del ‘700 riscritti secondo l’uso della trascrizione, pratica largamente adoperata nel corso del ‘600 e del ‘700 per permettere di eseguire brani orchestrali, scritti in origine per formazioni strumentali composte da un certo numero di musicisti, a un solo esecutore o al massimo due.

Il duo Doppiopunto eseguirà musiche di Händel (il Concerto per organo e orchestra HWV 310), Vivaldi (tre concerti: per due violini e orchestra RV522; per quattro violini, violoncello e orchestra RV 580, per due violini, violoncello e orchestra RV565) e del benedettino austriaco Edmund Angerer, l’Allegro dalla Kinder-Sinfonie, la “sinfonia dei giocattoli”, fino a pochi anni fa attribuita al padre di Mozart, Leopold.


Saranno inoltre eseguiti brani del belga Flor Peeters (il preludio sull’inno O filii et filiae), del compositore francese Antoine Forqueray, in una trascrizione originale coeva dello stesso Forqueray per clavicembalo solo e un tiento per organo dello spagnolo Francisco Correa de Arauxo.
L’esecuzione è affidata all’Ensemble Doppiopunto, formato da Jumei Liao (Clavicembalo) e Alessandro Carta (Organo). Attivo dal 2010, si dedica in particolare a trascrivere brani di autori barocchi con trascrizioni inedite e autoprodotte, frutto di un attento studio della partitura originale e una valutazione accurata delle sonorità a cui possono dare vita questi due strumenti quando suonano contemporaneamente, bilanciandone e armonizzandone al meglio le sonorità. La clavicembalista Jumei Liao è originaria di Taiwan e dopo aver iniziato gli studi nel proprio paese ha proseguito la formazione musicale in Italia seguendo corsi di perfezionamento in organo con prestigiosi maestri (L.F. Tagliavini, H. Vogel, F. Cera). L’organista Alessandro Carta si è formato musicalmente con grandi interpreti quali K. Schnorr, S. Innocenti e F. Cera. Si dedica inoltre alla trascrizione di brani orchestrali di Vivaldi e Händel per organo e clavicembalo (sue quelle eseguite nel concerto).

Per avvicinare il pubblico agli autori e al programma, alle 17,45 Alessandro Carta terrà la conversazione introduttiva sul tema Da uno strumento all’altro: la trascrizione musicale.

www.concertidisantorpete.com
Per informazioni: cell. 334 3438453; mail info@concertidisantorpete.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here