Grande affluenza per l’ XI Edizione di La Classica

0
CONDIVIDI
A Tursi la XI Edizione di La Classica
A Tursi la XI Edizione di La Classica
A Tursi la XI Edizione di La Classica

GENOVA. 20 MAG. Ieri la Sala di rappresentanza di Palazzo Tursi era a tappo per l’undicesima edizione del festival La Classica che, come sempre, ha dato grande visibilità a compositori noti ed emergenti  tutti nativi della nostra città. Un’iniziativa portata avanti con passione dalla prof.ssa Carla Casanova che, ancora una volta, è stata attenta nella scelta degli artisti che tutti, in maniera diversa, hanno saputo piacevolmente intrattenere il pubblico.

Pubblico tanto cospicuo, da lasciare in piedi qualche ritardatario che si è dovuto appoggiare agli splendidi muri della sala pur di ascoltare le note dei vari brani. Ogni compositore aveva a disposizione un quarto d’ora per presentare i suoi pezzi che in alcuni casi erano da lui stesso eseguiti e in altri aveva invece l’esecuzione affidata a strumentisti. I brani erano per lo più di musica atonale fatta esclusione per il giovane Matteo Camponero che invece sembra ancora apprezzare la musica tonale dalla melodia di più facile ascolto. Interessante il brano Ricercare di Emanuele Delucchi per flauto e pianoforte, come Oide di Marco Lombardi compositore che ha iniziato gli studi musicali diplomandosi in violoncello al Conservatorio di GenovaI, il cui linguaggio compositivo è cresciuto del pensiero post seriale (Donatoni, Carter, Ferneyhough, Lachenmann). Notevoli le composizioni di Massimiliano Damerini, senza dubbio l’artista di punta del festival . Come sappiamo Damerini è stato negli anni un pianista considerato di riferimento per intere generazioni di compositori, facendosi interprete in modo concreto dei nuovi linguaggi e del nuovo tempo culturale, collaborando con alcuni dei più grandi artisti del Novecento.

Dulcis in fundo l’esecuzione dell’Ensemble Simone Molinaro , un coro da camera composto da artisti del coro del teatro Carlo Felice di Genova che esplora il multiforme repertorio polifonico dal medioevo ad oggi. I brani presentati sono stati cinque e tutti di autori contemporanei presenti alla manifestazione, Roberto Dellepiane, Andrea Basevi, Raffaele Cecconi, Fabrizio Callai e Roberto Tagliamacco.

 

F.C.

LASCIA UN COMMENTO