Gramsci: sequestrati 5mila capi falsi a 3 senegalesi

0
CONDIVIDI
Un magazzino di presunta merce abusiva: i carabinieri ieri hanno scoperto una sartoria clandesina e sequestrato 5mila capi falsi in via Gramsci
Un magazzino di presunta merce abusiva: i carabinieri ieri hanno scoperto una sartoria clandestina e sequestrato 5mila capi falsi in via Gramsci, denunciati tre senegalesi

GENOVA. 16 GEN. Da quella di via Prè a Gramsci è sempre la solita storia. Le sartorie dei marchi contraffatti spuntano un po’ come funghi nei caruggi. Stavolta ne è stata scoperta una dai carabinieri in via Gramsci, che hanno sequestrato 5mila capi falsi già fatti e 500 etichette di vari brand da applicare.

Il trucco dei furbetti è rimasto uguale: importano clandestinamente la merce dal Nordafrica a bassissimo prezzo e poi ci cuciono sopra le etichette. Nell’alloggio-laboratorio di via Gramsci sono stati trovati tre senegalesi, impegnati a confezionare con una macchina per cucire le 5mila borse e capi di abbigliamento contraffatti. Materiale e merce sequestrati e senegalesi denunciati.

Secondo i carabinieri della stazione della Maddalena, la merce era destinata alla rete di venditori ambulanti che operano al Porto Antico, corso Italia e sui lungomare delle località turistiche genovesi.

LASCIA UN COMMENTO