Home Cronaca Cronaca Genova

Good morning Genova, allarme bomba in via Dante: oggi c’è Minniti

0
CONDIVIDI
Artificieri polizia

GENOVA. 7 APR. Allarme bomba in centro a Genova. Intorno alle 8,30 di oggi una telefonata anonima ha segnalato un pacco sospetto in via Dante. Sono scattate immediatamente le misure di sicurezza con l’intervento degli artificieri e dei vigili del fuoco. La zona tra piazza Dante e piazza De Ferrari, dove insistono anche le entrate delle Poste e della Banca d’Italia, è stata transennata e il traffico deviato.

Le Poste erano già state prese di mira da movimenti vicini all’area dei No Borders, che avevano accusato la compagnia aerea Mistral Air (controllata da Poste Italiane) di “deportazioni” dei migranti.

Oggi in visita in città c’è il ministro dell’Interno Marco Minniti, che nella sede dell’Agenzia delle Entrate, in via Fiume, incontrerà i sindaci liguri durante l’evento organizzato da Anci. I sindacati ed Arci hanno organizzato un presidio di protesta davanti alla Prefettura contro le decisioni del ministro Minniti e del collega Andrea Orlando (Giustizia) sui migranti.


Inoltre, stamane a Genova è previsto l’arrivo del governatore di Bankitalia Ignazio Visco, ospite a Palazzo Ducale degli incontri della “La Storia in Piazza”.

In ogni caso, Genova risulta la città italiana dove si sono registrati più segnalazioni per pacchi sospetti nelle ultime settimane. Sono state oltre una ventina. Gli allarmi bomba si sono verificati un po’ ovunque. Da Albaro a Principe al centro città.

Aggiornamenti in corso.

Aggiornamento: Gli artificieri della polizia intorno alle 9 hanno fatto brillare con delle microcariche l’involucro sospetto, che è risultato vuoto. Pesanti i disagi per gli automobilisti. Quello di oggi è l’ennesimo falso allarme bomba a Genova per una valigia o borsa sospetta. Tanto che gli artificieri della polizia hanno redatto una relazione in cui ipotizzano che non si tratti di semplici borse dimenticate ma di una strategia, messa in atto più che da potenziali terroristi da un mitomane. Tesi che tuttavia non convince gli investigatori della squadra Antiterrorismo, i quali sottolineano come, visto il contesto internazionale e l’allarme islamisti, la paura dei cittadini è alta e per tale motivo viene segnalato ogni involucro sospetto abbandonato per strada.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here