Gonfalone Regione a Family day, il no della sinistra ligure

0
CONDIVIDI
Gianni Pastorino
Gianni Pastorino e Raffaella Paita: Toti sbaglia a portare gonfalone Regione Liguria al Family day di Roma
Gianni Pastorino e Raffaella Paita: Toti sbaglia a portare gonfalone Regione Liguria al Family day di Roma

GENOVA. 19 GEN. Gonfalone Regione Liguria al Family day di Roma contro i figli per gay e lesbiche: il Pd e Rete a Sinistra oggi in Regione si sono opposti all’iniziativa chiesta a Toti dal capogruppo FdI Matteo Rosso.

“Ognuno – ha detto il capogruppo Pd raffaella Paita – è libero di manifestare per i propri valori e il mio rispetto va anche a chi scende in piazza per il Family Day, pur avendo un’opinione differente. E’ sbagliato però piegare un’istituzione alle proprie posizioni personali. Portare il gonfalone della Regione Liguria a questa manifestazione è una forzatura inaccettabile al di là delle posizioni di ciascuno. Un simbolo di tutti i liguri non può diventare un simbolo di posizioni di parte”.

“Si tratta – ha aggiunto il caporguppo di Rete a Sinistra Gianni Pastorino – di una scelta arbitraria, che giudichiamo ingiustificabile da ogni punto di vista: vogliamo ricordare al Presidente Toti che il Family Day non è una manifestazione di carattere istituzionale, ma un raduno squisitamente politico. E poi, siamo veramente sicuri che la rappresentanza politica di Toti creda nella famiglia tradizionale e nel sacro vincolo del matrimonio? Finiamola con le ipocrisie: molta parte dell’elettorato di Forza Italia ha abbandonato da tempo la forma tradizionale di famiglia, a cominciare da chi ha governato per vent’anni questo Paese; un signore che si è sposato due volte”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO