Gog, stasera Württembergische Philharmonie

0
CONDIVIDI
Württembergische Philharmonie
Württembergische Philharmonie
Württembergische Philharmonie 

Gog, stasera Württembergische Philharmonie

GENOVA. 26 OTT. Questa sera, 26 ottobre al Teatro Carlo Felice alle ore 21,00, si terrà il terzo concerto della Stagione GOG 2015-2016 che ha come ospite la Württembergische Philharmonie una delle più importanti orchestre sinfoniche tedesche.

Nell’occasione l’Orchestra, diretta da Ola Rudner, già premiato come violinista al Concorso Paganini nel 1977, si avvarrà della collaborazione del pianista Alexei Volodin, che sostituisce l’indisposta Sarah Chang.

Volodin è  considerato uno dei più completi della sua generazione e si esibirà nel Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra di Čajkovskij. Il programma prevede inoltre l’esecuzione di musiche di Spohr e la Sinfonia “Patetica” di Čajkovskij.

 

La Württembergische Philharmonie, fondata nel 1945, si è conquistata nel tempo la reputazione di pregevole realtà musicale sia in ambito nazionale che internazionale. Dal 2004 l’Orchestra ha ottenuto la residenza al Festival Internazionale Rossini a Wildbad, collaborando con i direttori ospiti. I suoi concerti sono regolarmente diffusi dalla Südwestrundfunk e dalla Deutschlandfunk. L’Orchestra ha conquistato, soprattutto negli ultimi anni, notevoli apprezzamenti internazionali, grazie alle frequenti tournée che svolge regolarmente in Austria, Svizzera, Italia, Spagna e nei Paesi Bassi; Tra le più recenti incisioni ci sono le opere sinfonico corali di Bruckner e di Mendelssohn sotto l’etichetta Brilliant Classic, le composizioni di Astor Piazzolla sotto la direzione di Gabriel Castagna (Chandos Records), il cd Orientale Märchen diretto da Norichika Iimori (GENUIN Music Production) molto apprezzato dalla stampa internazionale e Love Duets con Daniela Dessì e Fabio Armiliato per l’etichetta Philips.

Il direttore svedese Ola Rudner ha iniziato la sua carriera come violinista solista (premiato anche al Concorso Internazionale Paganini di Genova), assistente del leggendario Sandor Vègh, e primo violino di varie orchestre, tra le quali, Camerata Salzburg, Wiener Volksoper e Wiener Symphoniker.
Dal 2008 è direttore Stabile della Württembergische Philharmonie Reutlingen, con la quale ha effettuato tournè in Spagna, Austria, Svizzera, Polonia e Italia
Dal 1997, Ola Rudner ha diretto tutte le importanti formazioni sinfoniche d’Australia e di Scandinavia; la Sydney Symphony, le orchestre di Melbourne,Queensland,Tasmania, Adelaide e Perth, Gothenburg Symphony Orchestra, Swedish Radio Orchestra, Oslo Philharmonic, Danish Radio Orchestra, Copenhagen Philharmonic e le orchestre di Malmö,Bergen, Trondheim, Aalborg, Odense, Helsingborg etc Con Philharmonia Wien si esibisce regolarmente al Musikverein di Vienna, e ha inoltre eseguito turneè in Giappone, Polonia, Austria, Turchia, Italia e Serbia.

Il suo repertorio comprende anche numerosi titoli operistici Mozartiani come Il Flauto Magico, Così fan tutte,Idomeneo, La Cemenza di Tito, Le Nozze di Figaro, oltre ad opere di Verdi come Il Trovatore e La Traviata, Fidelio di Beethoven, Rossini, Donizetti, Bizet, R.Strauss, R.Wagner e operette di Strauss, Lehar,e Kalman.
Ola Rudner ha ricevuto “la medaglia del centenario” per il suo lavoro musicale in Australia, e dalla repubblica austriaca ha ricevuto “l’onorificenza in argento”.

Alexei Volodin nel 2003 ha vinto il Primo Premio alla IX edizione del Concorso Géza Anda di Zurigo.
Considerato uno dei più completi pianisti della sua generazione apprezzato da critica e pubblico per la sua tecnica straordinaria, la bellezza del suono, la versatilità del repertorio e l’intensa interpretazione dei brani che esegue. Volodin ha suonato con prestigiose orchestre fra cui London Symphony, l’Orchestra della Radio Bavarese, Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala, Orchestra del Teatro Mariinsky, Gewandhausorchester di Lipsia, Sydney Symphony, Russian National Orchestra, Orchestre National de France, Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, Tonhalle di Zurigo, NHK-Orchestra y Orchestra della Konzerthaus di Berlino fra le altre. Dopo la pubblicazione dei primi due CD per “Live Classics”, con la registrazione dal vivo del suo debutto a Monaco di Baviera e le sonate di Beethoven op. 109 e op. 106, ha firmato un contratto in esclusiva con la “Challenge classics”. I primi tre CD dedicati a Chopin, Rachmaninov, Schumann, Ravel e Skriabin sono stati pubblicati.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO