Home Spettacolo Spettacolo Italia

GLUCK CHIUDE LA STAGIONE DELL’ OPERA GIOCOSA

0
CONDIVIDI

, venerdì 9 (ore 20:30) e domenica 11 (ore 15:30) novembre, con anteprima per i giovani giovedì 8 alle 10:15. Una stagione autunnale, dunque, all’insegna della grande riscoperta, con la prima in epoca moderna del “Tutti in maschera” di Carlo Pedrotti, andata in scena ad ottobre, e con un approfondimento sulla figura e sul mito, in musica, di Orfeo, a partire dalla prima opera realizzata 400 anni fa, quella di Monteverdi, per concludere con l’Orfeo di Gluck, del 1762, pietra miliare del teatro musicale, punto di svolta storico nella concezione del genere operistico. L’opera gluckiana, definita dall’autore “Azione teatrale per musica”, sarà data nella versione originale, quella andata in scena alla corte di Vienna il 5 ottobre 1762. In questa attenzione filologica e musicologica dell’Opera Giocosa per “gli” Orfei, riveste un ruolo molto importante il direttore d’orchestra, Alessandro De Marchi, specialista che ha già diretto l’opera monteverdiana con grande successo. Pochi i personaggi principali in Gluck, per rispondere ad esigenze di semplificazione delle trame d’opera, e tra questi ci sarà Linda Campanella, bravissimo soprano savonese che torna a cantare al Teatro Chiabrera dopo più di 5 anni. L’ultima sua apparizione fu in “Cenerentola” di Rossini, nel gennaio del 2002. Il Chiabrera fu poi definitivamente chiuso fino allo scorso anno. Linda aveva esordito proprio con l’Opera Giocosa nel 1996, nel ruolo di Zerlina del “Don Giovanni”. Da allora, perfezionatasi, tra gli altri, con la savonese Renata Scotto, ha iniziato una carriera professionistica che l’ha portata a cantare in alcuni dei principali teatri ed Enti lirici e per prestigiose Istituzioni musicali italiane e all’estero in teatri europei ed extra europei, dove ha interpretato i principali ruoli del suo repertorio che corrisponde a quello del soprano lirico leggero di coloritura. Ma la sua grande tecnica e duttilità le permettono di cimentarsi davvero in ogni tipo di repertorio. Linda sarà Euridice, mentre Orfeo sarà interpretato da Annarita Gemmabella, bravissimo mezzosoprano già applaudita a Savona in “Tutti in maschera”, nome già grande della lirica (il suo debutto alla Scala con Muti è avvenuto nel 2003). Non ci si deve stupire che sia una donna ad interpretare il ruolo maschile di Orfeo, data l’usanza del tempo di avvalersi di castrati: alla prima viennese l’interprete fu il virtuoso Gaetano Guadagni. Accanto alla Campanella ed alla Gemmabella, il soprano Barbara Bargnesi (sarà Amore) genovese, grande promessa, vincitrice del prestigioso concorso lirico “Toti dal Monte”. In buca, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, Istituzione Concertistico Orchestrale in continua crescita qualitativa e con cui l’Opera Giocosa ha all’attivo una collaborazione importante. Regia, scene e costumi sono di Elisabetta Courir, disegno luci di Alessandro Santarelli. Ancora Savona protagonista con il Coro Lirico e Voci Bianche “P.Mascagni”, diretto da Franco Giacosa. La biglietteria del Teatro dell’Opera Giocosa, al piano terra del Chiabrera, ha orari 10:00-12:00 e 16:00-19:00, tel. 019/8485974. Prezzi per Gluck da 20,00 a 30,00 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here