Home Cronaca Cronaca Genova

Gli auguri in Questura con il calendario della polizia per l’Unicef

0
CONDIVIDI
Gli auguri in Questura con il calendario della polizia per l’Unicef

GENOVA. 19 DIC. Oggi in occasione del consueto scambio di auguri di Natale in Questura tra il Questore Sergio Bracco e la stampa cittadina, è stato stato presentato il calendario della Polizia di Stato 2017.

Autore delle foto, voluto dal Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli, il fotografo di Santa Mergherita Gianni Berengo Gardin che ha ripreso momenti quotidiani degli uomini della Polizia di Stato.

Gli scatti, che hanno il compito di ritrarre il delicato ruolo degli uomini e delle donne della Polizia di Stato, sono stati effettuati con la tecnica del “bianco e nero” con macchine fotografiche a pellicola.


A raccontare il calendario è lo stesso questore Sergio Bracco. “In ogni pagina del mese viene ritratto il delicato compito degli uomini della polizia. Si va dal mese di gennaio fino a quello di dicembre: si passa dal giuramento degli agenti donna al termine della scuola, alla polizia stradale, alla polizia scientifica, all’addestramento delle forze di polizia per l’antiterrorismo, ai controlli nell’ambito portuale della polizia di frontiera, ai reparto a cavallo, all’attività per il controllo dell’immigrazione.

Ed ancora, per il mese di agosto, viene rappresentato il poliziotto di quartiere, il mese successivo i bambini con la divisa da rugby per le fiamme oro che tanto hanno vinto, per proseguire con un posto di controllo della polizia, alle centrale operativa delle questure, vero e proprio cuore pulsante, e terminare, nel mese di dicembre con l’addestramento al poligono degli agenti. Il tutto per essere sempre vicini… alla gente”.

Anche quest’anno la realizzazione del calendario della Polizia di Stato ha trovato la partnership di Unicef.

“Il ricavato della vendita – spiega Franco Cirio, presidente del Comitato Unicef per la Liguria – verrà devoluto al Comitato italiano per l’Unicef Onlus per sostenere il progetto ‘Libano – Youth and Innovation’ finalizzato a promuovere, nel Paese, l’integrazione sociale ed economica dei giovani a rischio.

Il progetto coinvolge giovani libanesi vulnerabili, rifugiati siriani e palestinesi, di età compresa tra i 12 e i 24 anni e si basa sul principio ‘For Youth by Youth’ ovvero la formazione tra pari come metodologia più efficace per il trasferimento delle conoscenze, delle competenze e per l’individuazione di soluzioni a problematiche locali”.

“I cittadini – prosegue Cirio – potranno prenotare il calendario da parete (costo 8 euro) e il calendario da tavolo (costo 6 euro), facendo un versamento sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a ‘Comitato Italiano per l’Unicef’. Sul bollettino dovrà essere indicata la causale ‘Calendario della Polizia di Stato 2017 per il progetto Unicef Libano – Youth and Innovation’.

La ricevuta del versamento dovrà poi essere presentata all’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura (urp.quest.ge@pecps.poliziadistato.it) che fornirà dettagli sulla consegna”.

Gli auguri in Questura con il calendario della polizia per l’Unicef

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here