Gli allievi della scuola dello Stabile “scoprono l’amore”

0
CONDIVIDI
Allievi Stabile La Scoperta dell'amore, le prove
Allievi Stabile La Scoperta dell'amore, le prove
Allievi Stabile La Scoperta dell’amore, le prove

GENOVA. 11 MAG. Lunedì 16 maggio debutta al Duse “La Scoperta dell’Amore” di Pierre de Marivaux messa in scena come esercitazione degli allievi del Master della Scuola di recitazione “Mariangela Melato” del Teatro Stabile di Genova.  Prodotto dal Teatro Stabile di Genova, “LA SCOPERTA DELL’AMORE” comprende due atti unici dal titolo “La disputa” (versione italiana di Anna Laura Messeri) e “Arlecchino trasformato per amore” (versione italiana di Antonio Carnevale), che hanno come filo conduttore il sentimento, la forza del desiderio e l’educazione amorosa.

“La disputa” racconta l’amore e l’infedeltà. Chi ha commesso il primo tradimento, l’uomo o la donna? Si prova a rispondere con la favola di un principe che ha deciso di allevare due coppie di gemelli (una di sesso maschile e una femminile) in un ambiente protetto da influenze esterne, senza alcun contatto umano al di fuori dei loro rispettivi educatori.  Quando il desiderio d’amore inizia a comparire, le due coppie vengono fatte incontrare con alcuni stratagemmi e la passione inizia subito a fremere nei corpi e nelle menti dei giovani. Le loro promesse d’amore eterno però, vengono subito smentite di fronte ad un nuovo incontro amoroso.

In “Arlecchino trasformato per amore” il tema dominante è invece quello dell’educazione amorosa. Una fata s’innamora follemente di Arlecchino, il quale però pensa solo a mangiare e a dormire, e ne ignora le avances. Ma quando Arlecchino incontra la pastorella Silvia, per amor suo acquista modi cortesi e raffinati.

 

Lo spettacolo è diretto da Massimo Mesciulam, vicedirettore della Scuola, e interpretato dagli allievi Antonio Banno, Giuseppe De Domenico, Noemi Esposito, Giordana Faggiano, Isabella Giacobbe, Martina Limonta, Giulio Mezza, Duilio Paciello, Bruno Ricci e Kabir Tavani.

“LA SCOPERTA DELL’AMORE” è in scena al Teatro Duse fino a domenica 22 maggio.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO