Gli agricoltori e la marcia dei trattori su De Ferrari

2
CONDIVIDI
La marcia degli agricoltori della Cia in piazza De Ferrari
La marcia degli agricoltori della Cia in piazza De Ferrari
La marcia degli agricoltori della Cia in piazza De Ferrari

GENOVA. 24 MAG. Erano partiti questa mattina da Voltri e hanno marciato su De Ferrari.

Parliamo degli agricoltori liguri che, stanchi di non essere ascoltati, sventolando le loro bandierine verdi e con i loro trattori, sono giunti sotto la sede della Regione Liguria.

Gli agricoltori di Cia Liguria protestano soprattutto contro i ritardi dei bandi legati al piano di sviluppo rurale. Con la loro maifestazione vogliono sensibilizzare l’opinione pubblica, ma anche e soprattutto le parti politiche dalle quali si sentono abbandonati.

 

Il problema principale sarebbe legato ai ritardi sugli aiuti alle imprese agricole attraverso il fondo di sviluppo rurale e riguarda le domande di aiuto che devono essere presentate in forma telematica. Ma il sistema a livello nazionale non è ancora disponibile con i bandi che restano fermi.

Da qui una richiesta forte alla politica per un progetto per l’agricoltura ligure che dia successo al tutto il settore.

“Gli agricoltori – spiega il presidente regionale della Cia – sono i difensori del territorio, dei prodotti tipici. Attualmente le aziende hanno difficoltà a restare sul mercato con gli investimenti che sono bloccati da due anni”.

Ed una proposta arriva dall’assessore regionale all’Agricoltura, Sviluppo dell’entroterra e delle zone rurali Stefano Mai, ovvero se il portale non venisse reso operativo entro il 30 giugno di scadenza per la società che lo gestisce, l’apertura dei bandi potrebbe avvenire in forma cartacea.

2 COMMENTI

  1. Mi sa che l’assessore (Mai) con il presidente del consiglio (Bruzzone) siano impegnati e non vi ascoltino. questa sera sono a Vezzi a raccontare ai cacciatori le loro gesta in loro difesa. e tanto voi vi beccate cinghiali e caprioli nei campi per far contento chi gli spara. Forse prima o poi vi renderete conto che la lega e FI vi stanno prendendo in giro, proprio come il centrosinistra.

LASCIA UN COMMENTO