Gli Agrari d’ Italia in gara ad Albenga

0
CONDIVIDI
La premiazione al MIUR di Roma
La premiazione al MIUR di Roma

SAVONA. 20 APR. Prende il via oggi ad Albenga il concorso nazionale che vede impegnati gli istituti agrari d’Italia. Nei giorni scorsi a Roma il vicario dell’ istituto agrario “Aicardi” di Albenga, professor Giuseppe Rossi, aveva accompagnato al Miur l’ allievo Alex Arecco per ritirare il premio per aver vinto il concorso nazionale fra istituti agrari nel 2015. In virtù di quella vittoria infatti l’ Istituto agrario di Albenga, sua scuola di provenienza, quest’anno ha avuto l’onore di organizzare lo stesso concorso nazionale. Ad Albenga ed Alassio tutto è pronto per l’ evento che vedrà impegnate le migliori scuole agrarie d’Italia, A curare l’organizzazione è stata la Dirigente scolastica professoressa Simonetta Barile, coadiuvata dai docenti e dal personale ATA dell’Istituto Professionale Agrario di Albenga (sede associata dell’ISS Giancardi-Galilei-Aicardi), dell’ Itis di Campochiesa e dell’ Alberghiero di Alassio.

Alex Arecco, ora iscritto alla classe quinta aveva vinto l’edizione della gara relativa all’anno scolastico 2014/15, svoltasi a Castelfranco Veneto, obbligando di fatto così, a termini di regolamento, la scuola Agraria di Albenga ad organizzare il concorso per gli alunni che frequentano la classe quarta nel corrente anno scolastico.

La gara, verterà su prove teoriche relative alle materie dell’area professionalizzante quali: Agronomia, Economia Agraria, Valorizzazione delle Attività Produttive, Tecniche di allevamento Vegetale e Animale, abbinate a prove pratiche di Laboratorio di Chimica e di Biologia Applicata, oltre all’ accertamento delle competenze della lingua Inglese. Alla gara hanno aderito una quindicina di scuole professionali agrarie provenienti da tutto il territorio italiano: da Frosinone, Milano, Verona, Torino, Jesi, Conegliano, Potenza, Padova etc.

 

L’Istituto organizzatore, che è il “Giancardi- Galilei- Aicardi” ha preparato la manifestazione cercando di utilizzare al meglio le sue potenzialità interne offerte dai tre istituti: la sede dell’Alberghiero di Alassio, che provvederà alla ristorazione degli ospiti, l ‘ ITIS di Campochiesa, che metterà a disposizione i laboratori per le prove tecniche di Chimica e Biologia e l’ Agrario che ospiterà ed accoglierà le quindici delegazioni di studenti ed insegnanti.

“In tempi di ristrettezze finanziarie annunciate e messe in atto dalla Pubblica Amministrazione- spiegano gli organizzatori- siamo riusciti ad organizzare la manifestazione grazie all’ aiuto di molte attività produttive del territorio ingauno che, compreso lo spirito e la validità della iniziativa, l’hanno voluta sponsorizzare”.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO