Giudici francesi non sono buonisti: 30 anni a narcotrafficante di Varazze

6
CONDIVIDI
hashish
hashish
I giudici francesi non sono buonisti: narcotrafficante varazzino condannato a 30 anni di reclusione

SAVONA. 25 GIU. I carabinieri ieri hanno bussato alla sua porta e gli hanno notificato un mandato di arresto europeo, firmato dai giudici francesi, tutt’altro che buonisti.

Le accuse per un 47enne residente a Varazze, arrestato dai carabinieri, sono di traffico di stupefacenti e riciclaggio.

La pena inflitta è stata di 30 anni di carcere. Mica male.

 

La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Marsiglia per episodi risalenti al 2012.

Nell’ambito dell’inchiesta anti droga degli inquirenti d’Oltralpe, era finito, oltre al varazzino, un francese, condannato pure lui.

Secondo quanto accertato dagli investigatori, i due narcotrafficanti avrebbero investito i soldi ottenuti con lo spaccio della droga, comprando degli immobili.

 

6 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO