Home Cronaca Cronaca Genova

Giù la Diga, Begato non può essere Scampia: avviate verifiche per demolirla

26
CONDIVIDI
Case popolari a Begato

GENOVA. 29 SET. Genova non può essere come Scampia. Dopo i tour dei politici in campagna elettorale, in primis i leader della Lega Matteo Salvini ed Edoardo Rixi, ora Arte e Comune stanno pensando di buttare giù i palazzi bianco e rosso della Diga di Begato.

La discutibile opera di edilizia popolare, firmata dall’architetto Pietro Gambacciani e realizzata a metà degli anni Ottanta, ha una grandezza di 140mila metri cubi, dove sono stati ricavati 276 appartamenti in un edificio e e 245 nell’altro.

Simbolo della periferia più degradata, la Diga di Begato fin dall’inizio era stata paragonata alle Vele di Scampia.


Ora, i tecnici di Arte Genova, in collaborazione con quelli di Tursi, con “una ricognizione tecnica, sociale ed economica” hanno cominciato a fare i primi passi per verificare la possibilità di abbattimento degli edifici. L’idea risulta condivisa anche dal sindaco Marco Bucci.

Successivamente “sulla base dei dati delle verifiche saranno assunte le opportune decisioni”.

 

26 COMMENTI

  1. Si va bene, poi ci mettono un parco pieno di marmotte che fabbricano cioccolatini….

    Ma invece di dire minchiate per prendere voti non sarebbe più bello fare dei fatti, e se c’è del degrato fare in modo di fare un po di “pulizia”?…. Controlli di polizia, quattro calci nel culo ai delinquenti, dare casa a persone che se lo meritano, cercare di rendere il quartiere più vivibile…..

    Probabilmente troppo normale come cosa.

  2. Il guaio di questi form, tipo FB, è che tutti parlano sul nulla, da chi esalta quello che ancora non c’è , a chi distrugge solo perchè contrario ….al nulla. “Lo ha proposto lui, di che colore è, non è il mio, allora non sa da fare” Non sarebbe meglio che tutti parlassero meno ?? Ma ormai credo sia impossibile……………………………………………..

  3. Possibile che ogni sindaco che siede a Tursi dice di abbattere la diga di begato per me stanno tutti copiando e niente fatti….. Ricordatevi sindaci la prima che voleva abbattere la diga di begato era Marta Vincenzi…. Ora si sta esagerando e noi del quartiere siamo stuffi di essere presi per il culo….prima di essere eletto sindaco Bucci è venuto a Begato e sono andato a sentirlo aveva promesso in campagna elettorale di affrontare i problemi di chi abita a begato trovando delle risposte tra gli abitanti… Ma non di demolire begato… Credevo in questa amministrazione…. Che delusione

  4. Aspettiamo, è inutile dir ora che non faranno nulla,dar dei bugiardi e via discorrendo.
    Alla “diga” non abitano solo zingari o extracomunitari, ma anche cittadini normali,messi lì siccome case del comune.
    E poi… Come sempre tutti si lamentano solo dietro un PC e se c’è da farsi delle ragioni nessuno scende in piazza,a meno che non ci sia una retrocessione di una squadra di pallone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here