Giro di prostituzione, nei guai noto titolare di un bar

0
CONDIVIDI
Blitz antiprostituzione: i carabinieri hanno denunciato una cubana per favoreggiamento e sfruttamento dell'attività di meretricio
prostituzione in Albaro e alla Foce. Nei guai noto titolare di un bar
prostituzione in Albaro e alla Foce. Nei guai noto titolare di un bar

GENOVA. 25 NOV. I carabinieri della Compagnia di San Martino hanno compiuto due blitz a Genova, uno in un attico di via Pisa in Albaro e l’altro in via Casaregis alla Foce dove, in entrambi i casi sono stati trovati negli appartamenti donne ed un trans che si prostituivano.

Il tutto era partito da una denuncia ad opera di alcuni residenti stanchi del via vai negli appartamenti, poi erano partite le indagini che sono terminate con l’irruzione dei militari nelle alcove.

E’ stato così scoperto un giro di prostituzione organizzato dal titolare di un noto locale di Albaro F.R. un 55 enne già noto alle forze dell’ordine.

 

Era stato proprio lui con l’aiuto di un ‘collaborante’, secondo gli accertamenti svolti dai militari, a stipulare i contratti di affitto dei locali.

Sembra che lo stesso personaggio fornisse da bere e da mangiare alle escort ed ai clienti. Ora, per lui, l’accusa è di favoreggiamento della prostituzione. Nei guai sarebbero finite anche altre due persone, anche loro indagate a piede libero.

L’indagine è coordinata dal pm Giovanni Arena.

L’attico di via Pisa che è stato posto sotto sequestro, è di proprietà della Onlus David Chiossone, che si occupa di raccogliere fondi per le persone non vedenti. L’ente, si è dichiarato estraneo ai fatti ed aveva regolarmente stipulato un contratto di affitto.

Le donne che compivano attività di meretricio sono di nazionalità brasiliana, fra cui un trans ed una romena.

LASCIA UN COMMENTO