Giovedì sera la Lucia di Lammermoor al Priamar

0
CONDIVIDI
La prova generale di Lucia di Lammermoor
La prova generale di Lucia di Lammermoor
La prova generale di Lucia di Lammermoor

SAVONA. 12 LUG. Il capolavoro di Donizetti Lucia di Lammermoor, dramma tragico in due parti di Salvatore Cammarano dal romanzo The bride of Lammermoor di Walter Scott va in scena nel suggestivo palcoscenico savonese della Fortezza del Priamar giovedì 14 e sabato 16 luglio alle ore 21.15 con anteprima Adotta un nonno questa sera, martedì 12 luglio, ore 21.15.

Lucia non solo è uno dei più grandi capolavori del compositore bergamasco ma, in assoluto, del nostro repertorio: azione drammatica a forti contrasti sostenuta da una partitura impeccabile, che scava nella psicologia dei personaggi alternando spazi di delicatissimo lirismo ad accenti melodici e ritmici assai vigorosi. La scena della pazzia è il fulcro dell’opera, magistrale raffigurazione sonora di una mente sconvolta, momento toccante e intenso, studio profondo dell’interiorità: non a caso sarà esempio per più d’una delle opere a venire.

Quattro i personaggi principali, che rispondono ad uno schema drammaturgico ben preciso, già codificato: il giovane eroe oppresso dalla tristezza e dal rancore (Edgardo) perché ha subìto lutti e usurpazioni; l’antagonista, appunto, usurpatore (Enrico); la donna angelicata, alla quale lo scontro tra gli avversari toglierà il senno (Lucia) e il possibile “salvatore” (Raimondo), che tenterà invano di evitare la tragedia.

 

Per questa produzione il cast è composto da Simone Alberghini (Enrico), Gilda Fiume (Lucia), Matteo Desole (Edgardo), Marco Ciaponi (Arturo), Enrico Iori (Raimondo), Elena Traversi (Alisa), Raffaele Feo (Normanno).

A dirigere l’orchestra del teatro Carlo Felice di Genova il Maestro  Sebastiano Rolli.

Regia: Henning Brockhaus ripresa da Valentina Escobar, Scene: Benito Leonori da Josef Svoboda, Costumi: Patricia Toffoluti, Luci: Henning Brockhaus, Coreografie: Valentina Escobar

Coproduzione Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Teatri di Reggio Emilia, Teatro Regio di Parma, Teatro dell’Opera Giocosa di Savona. Allestimento Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO