Home Cronaca Cronaca Genova

Gino Paoli: dal buon esempio dei 2 milioni in Svizzera ai premi per i nostri studenti

22
CONDIVIDI
Gino Paoli intervistato da Report (Rai3)

GENOVA. 1 MAG. Dal “buon esempio” dei due milioni in Svizzera (evasione fiscale prescritta) ai premi per i nostri giovani. Domani sera al Teatro Duse, a ingresso gratuito, con oltre 400 studenti in sala, il cantautore genovese ed ex presidente della Siae Gino Paoli sarà invitato a salire sul palco insieme a Dori Ghezzi, Patrizia e Giuseppe Tenco per dare una lezione e consegnare dei riconoscimenti ai nostri giovani.

Lo ha comunicato la giunta regionale. Si tratta del gran finale del progetto pilota “Cantautori nelle scuole” che, ideato e realizzato da Regione Liguria, è partito in via sperimentale nel settembre scorso e ha coinvolto gli studenti di sei scuole secondarie superiori genovesi “per far conoscere alle nuove generazioni i grandi artisti liguri Fabrizio De Andrè, Umberto Bindi, Ivano Fossati, Gino Paoli, Bruno Lauzi e Luigi Tenco, stimolando una riflessione su quanto di poetico e artistico si trova nei testi delle più belle canzoni d’autore del Novecento in Liguria”.

Insieme a Gino Paoli, ai fratelli Tenco e a Dori Ghezzi, saliranno sul palco anche i tre giornalisti e critici musicali Renato Tortarolo, Marco Ansaldo e Paolo Giordano, che con l’assessora regionale alla Cultura Ilaria Cavo e l’ex consulente di Marta Vincenzi, docente universitaria e critica teatrale Margherita Rubino, si confronteranno in una tavola rotonda sul tema “I cantautori liguri: le loro parole sono poesia?”.


L’iniziativa, partita il 19 settembre scorso con un incontro tra Ivano Fossati e gli studenti del liceo D’Oria, si è sviluppata in circa 120 ore di lezioni, realizzate dai tre giornalisti-critici in sei scuole pilota genovesi (oltre al D’Oria, anche il Colombo, il Vittorio Emanuele II-Ruffini, il Paul Klee, il Grazia Deledda e il Vittorino da Feltre-Bernini) per sperimentare quale senso possa avere per ragazzi tra i 15 e i 18 anni la lettura dei testi delle canzoni dei cantautori liguri, commentati come poesie.

Nel mese di gennaio, gli studenti hanno effettuato un ripasso grazie anche all’intervento del cantautore Federico Sirianni che, accompagnato dalla sua chitarra, ha presentato e rielaborato alcune canzoni oggetto delle lezioni.

Domani, a conclusione della serata al Teatro Duse, saranno premiati i ragazzi autori degli elaborati vincitori e gli insegnanti che li hanno accompagnati nel progetto. In palio per gli studenti ci sono 23 abbonamenti alle produzioni del Teatro Stabile e, per i docenti, 10 abbonamenti alla prossima stagione del Politeama.

 

22 COMMENTI

  1. Personaggio vomitevole spesso prende il taxi e spende euro 7,50/7,70 per andare da Viale delle Palme in Via Bettolo dove abita e non lascia 1 centesimo di mancia ma sopratutto non saluta quando entra in auto …..

  2. é un grande artista se ha fregato ha fatto bene tanto in Italia di onesti non c’è né…a partire da chi commenta indignato e poi scarica film è musica da internet… classici commenti da grulli populisti ipocriti.

    • E’ un grande pidocchioso e maleducato prende spesso il taxi a Nervi per rientrare a casa spende di solito 7,50 euro non lascia un centesimo di mancia e sopratuttto non saluta entrando e uscendo dall’ auto.

    • E` vero e` maleducato,arrogante l’ho conosco bene perche` andiamo dallo stesso medico,entra passa davanti a tutti,non saluta ne` si scusa ma ci puo`anche stare e` un vip…ma l’evasione fiscale e` un reato e non va perdonata ne` giustificata

    • Ma chi l ha detto che se uno è un vip deve essere presuntuoso…no ti fai la coda dal dottore…sei umano nn un santo…e poi la spilorceria è una cosa che odio in assoluto…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here