Giardini di plastica e proteste: Doria suona il rock, ma ai residenti non piace

0
CONDIVIDI
I "Giardini di plastica" Baltimora in centro città
I "Giardini di plastica" Baltimora in centro città
I “Giardini di plastica” Baltimora in centro città

GENOVA. 31 LUG. Perché nei “Giardini di plastica” a ridosso delle case dei caruggi e non alla Fiera o al Porto Antico? La giunta Doria suona il rock nel centro storico, ma i residenti dei caruggi, già martoriati dal fracasso della movida, non chiudono occhio e mugugnano.

“Come era prevedibile – ha spiegato oggi Claudio Garau, portavoce di uno dei Comitati di Sarzano –  i concerti ai Giardini Baltimora organizzati da Cresta, anche questa estate non lasciano dormire i residenti. Lo scorso anno al termine della serie di eventi, moti residenti avevano chiesto che non si ripetesse un simile scempio. Puntualmente le richieste non sono state prese in considerazione dalla giunta Doria. Ieri sera alcuni residenti hanno chiamato la polizia municipale, che a loro dire non avrebbe fatto interrompere il fracasso. Siamo stanchi di avere situazioni che minano la tranquillità notturna e anche in questo caso i residenti del centro storico si sentono abbandonati. Questa non è una festa per i residenti, ma un ennesimo girone Dantesco, non fosse altro per come vengono lasciati i giardini alla fine di ogni concerto”.

 

LASCIA UN COMMENTO