Home Spettacolo Spettacolo Genova

E’ GIANMARIA MARTINI IL CALIGOLA CHE DEBUTTA ALLA TOSSE

0
CONDIVIDI
caligola

caligola caligolaGENOVA. 9 OTT. Prima nazionale mercoledì 15 ottobre di Caligola di Camus, la nuova produzione del Teatro della Tosse, che apre la stagione “In„ Trionfo 2014/2015.

“Un testo impegnativo – dice Emanuele Conte, regista della nuova messa in scena- che comprende anche una grossa prova d’attore. Ho letto il testo di Camus 20 anni fa, quando era lontana da me anche l’idea di fare il regista, ne sono rimasto affascinato e da anni aspettavo l’attore giusto per portare in scena questa drammaturgia. Caligola è un personaggio la cui età oscilla tra i 26 e i 29 anni e volevo fosse un attore giovane a interpretarlo, un attore che sapesse interpretare l’ansia della gioventù e nello stesso tempo che fosse pieno di energia. Ho scelto Gianmaria Martini, che aveva già lavorato con me  e che ho molto apprezzato nel personaggio di Calibano nella Tempesta di Binasco”.

Martini, già protagonista sul palco della Tosse nei panni di Puck in Sogno in una notte d’estate (di Emanuele Conte e Elisa D’andrea, di nuovo in cartellone a febbraio), lo scorso anno ha ricevuto in campidoglio l’Oscar dell’attor giovane, prestigioso riconoscimento per la recitazione e l’impegno tra cinema e teatro.


L’attore triestino in poco tempo ha partecipato a importanti film come Diaz, Romanzo di una strage e Vinodentro oltre a diventare un volto tv per la sua partecipazione a I Cesaroni dove interpreta il figlio di Maurizio Mattioli.

Recentemente ha recitato al fianco di Vittoria Puccini e Stefano Accorsi a Io non ti conosco  debutto alla regia di quest’ultimo. “Ho realizzato solo l’altro ieri cosa sto facendo – ha detto l’attore – quanto Emanuele Conte mi ha chiamato non avevo molto pensato a questo ruolo, solo adesso realizzo quanto sia importante questo compito  che paragono allo scalare una montagna di cui ancora non vedo la vetta. Il ruolo di Caligola mi sta cambiando molto a livello umano. Ora mi viene da apprezzare cose banali e, seguendo la logica del mio personaggio, mi rendo conto di quanto tutto intorno a me sia pazzesco ed emozionante. Le piccole cose entrano prepotentemente nella mia vita facendomi apprezzare quello che prima non vedevo”.

Caligola prosegue il lavoro di Emanuele Conte attorno al tema del potere, iniziato nella stagione 2013/2014 con la messa in scena dell’Antigone, nella versione di Jean Anouilh. Al fianco di Martini/Caligola, nei panni di Cherea c’è Enrico Campanati con Viviana Altieri che è Cesonia, Giovanni Serratore che  interpreta Elicone, Luca Terracciano che presta il volto a Scipione e poi i patrizi incarnati da Pietro Fabbri, Yuri D’Agostino, Marco Lubrano e Alessio Aronne.

Conte ha scelto di portare in scena la versione definitiva dell’opera di Camus, quella del 1958, nella traduzione appositamente realizzata per il Teatro della Tosse da Andrea Bianchi, profondo conoscitore dell’opera dello scrittore francese.

Caligola sarà in scena tutte le sere alle ore 20.30 fino al 26 ottobre (lunedì riposo). Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here