Gian Luca Galletti, all’inaugurazione del depuratore a Recco

0
CONDIVIDI
Il ministro Galletti presenzia a Recco all'inaugurazione del depuratore
Inaugurazione depuratore
Recco. Inaugurato il nuovo depuratore alla presenza del Ministro Gian Luca Galletti

RECCO. 27 GIU. Oggi a Recco si è inaugurato il nuovo depuratore comprensoriale per il Golfo Paradiso realizzato con un finanziamento di 30 milioni di euro dal piano dell’ATO, Acque del territorio metropolitano. I tecnici di Iren dicono sia un impianto in grado di eliminare dall’acqua qualsiasi impurità, anche eventuali virus.

Ministro Galletti, finalmente qualche cosa che funzione? «Il depuratore di Recco è un buon esempio per tutto il paese. E’ il primo impianto di depurazione soggetto all’infrazione Ue, che esce dall’infrazione! Questo vuol dire che, con le regole attuali, anche nell’ordinarietà delle regole è possibile fare queste opere in Italia e farle nei tempi programmati. Qui a Recco si è rispettato il crono programma.» I tempi previsti erano un po’ diversi. Replichiamo al Ministro.« Tre mesi in più di quello che si era previsto non sono molti.» Poi tra le chiacchere, davanti al bel panorama del Golfo Paradiso il ministro Galletti replica.

«Sono qui a testimoniare la buona riuscita dell’operazione a Recco anche perché questo sia un segnale per gli altri comuni e le altre regioni che ancora debbono ottemperare agli obblighi di legge – ha puntualizzato – Questa è un’opera per tutta la collettività e soprattutto perché dà una qualità maggiore al turismo della regione e questo è segnale molto importante.

 

Abbiamo spiagge bellissime in Liguria e dobbiamo tenere il mare pulito per l’ambiente ma anche fare in modo che il turismo cresca.» I politici dichiarano la perenne mancanza di fondi, come trovare le risorse si possono trovare per finanziamenti queste opere? « Bisogna sfatare questa luogo comune, i soldi ci sono bisogna trovare il gestore dei progetti, trovare le ditte capaci. Saranno i sindaci e i presidenti di regione a organizzare il lavoro. I soldi non devono restare in cassa! Anche perché, con le ultime leggi, gli amministratori che non seguono queste procedure dovranno essere multati.»

Anche il sindaco di Recco Dario Capurro interviene esponendo alcune sue riflessioni sull’istallazione del depuratore. « Siamo orgogliosi di poter dire che questo progetto di depurazione delle acque sarà il regalo che facciamo agli attuali bambini, oggi nelle culle, e che, domani, potranno usufruire di acque pulite e un mare accogliente. Dobbiamo puntare a progetti per il bene comune per lasciare a questi bimbi un ambiente confortevole, pulito ed accogliente.»

I politici e gli amministratori locali, lasciano la sala Polivalente e si mettono in cammino verso l’inaugurazione del depuratore a Punta San Anna. Tra le chiacchere si sente commentare: “Una vittoria non solo per Recco e del Golfo Paradiso, ma dell’intera Liguria”. “Una macchina che migliora l’ambiente”. “L’assurda posizione dei Comuni che rifiutano di ospitarli”. Antonio Bovetti

LASCIA UN COMMENTO