Home Cronaca Cronaca Genova

Giallo dei gioielli contessa Vacca Agusta, il biondino Raggio rinviato a giudizio

0
CONDIVIDI
Portofino allarme in mattinata per auto abbandonata in coda

GENOVA. 5 APR. Maurizio Raggio, ex compagno della contessa Francesca Vacca Agusta, scomparsa l’otto gennaio 2001 precipitando dalla scogliera di Villa Altachiara a Portofino, è stato rinviato a giudizio per la sparizione di gioielli custoditi nella villa di un amico.

Il “biondino della piazzetta” è stato accusato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni e risulta a processo con altre 4 persone. La vicenda risale al 2014. Secondo gli inquirenti, Raggio chiese all’amico Tommaso Mambretti di custodirgli alcuni gioielli suoi e della contessa per sottrarli al pignoramento dell’Agenzia delle entrate. I monili però sparirono. Venne accusato del furto il maggiordomo che respinse le accuse e raccontò di essere stato minacciato da Raggio e da due manovali, Massimiliano Daldo Tarantolo e Simone Di Bartolomei.

Per il pm a rubare i gioielli furono il maggiordomo e Marco Barolo, imprenditore amico di Raggio, che avrebbero conosciuto il nascondiglio. Gli altri avrebbero “esagerato” nel chiedere la restituzione del bottino. Il sospetto è che Barolo abbia dato i gioielli alla fidanzata per rivenderli in Romania.


 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here