Giacobbe su TP: un buon risultato grazie a Sindacati e Istituzioni

0
CONDIVIDI
tirreno power centrale vado
Il sito di Tirreno Power a Vado Ligure

SAVONA. 20 SET. Sospesa la mobilità per Tirreno Power, l’On Anna Giacobbe: ottimo lavoro di Sindacati e Istituzioni territoriali e nazionali.

Sospesa la mobilità, fino al 19 ottobre, ( quando si svolgerà un nuovo incontro a Roma ) per i 114 lavoratori di Tirreno Power a Vado Ligure. Una buona notizia per un territorio messo a dura prova dalla forte crisi industriale ed economica che, in Liguria, miete più vittime rispetto alle altre Regioni.

A caldo l’On Anna Giacobbe commenta così il risultato dell’incontro a Roma: “Anche la sospensione delle procedure per il licenziamento collettivo da parte di Tirreno Power è una buona notizia, dopo quella relativa a Piaggio Aero di ieri. La scelta di liberarsi dei lavoratori considerati in eccedenza era tanto più incomprensibile in una zona nella quale siamo in attesa di conoscere le decisioni del MISE in merito al riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa: la “filosofia” delle norme sull’area di crisi complessa è proprio quella della riconversione e riqualificazione industriale e dell’accompagnamento dei lavoratori interessati alla crisi verso le nuove opportunità lavorative – conclude la Gaicobbe- Bene quindi che le organizzazioni sindacali abbiamo strappato questo risultato, per il quale hanno lavorato in queste settimane anche le istituzioni territoriali e nazionali”.

 

Dal canto suo l’azienda si è impegnata a “Dare la propria disponibilità per ritirare temporaneamente la procedura di mobilità su richiesta del vice ministro Bellanova e delle Regioni e a fronte dell’impegno del governo a identificare in tempi brevi e certi ammortizzatori sociali applicabili alla situazione aziendale. Tirreno Power ha ribadito la sua piena disponibilità a ogni tavolo di confronto i cui risultati e conclusioni saranno discussi in un incontro che il ministero dello Sviluppo economico si è impegnato a convocare per il 12 o 13 ottobre”.

LASCIA UN COMMENTO