Home Sport Sport Savona

GF di Andora, rivoluzione quest’anno nel percorso

0
CONDIVIDI

Cambio di gestione della Granfondo Andora, che andrà in scena il prossimo 4 marzo, ha portato con sé una bella novità: il cambio del percorso.

Totalmente rivoluzionato rispetto le precedenti edizioni, è andato incontro alle richieste dei partecipanti che, visto il periodo della stagione, chiedevano un tracciato meno impegnativo.

Il nuovo motore operativo, il GS Loabikers capitanato da Piernicola Pesce, ha quindi ridisegnato un percorso che oggi misura 100 chilometri per un dislivello totale da scalare di 1800 metri, diviso nelle sue tre principali salite.


Partiti da Andora ci si dirigerà verso Ovest, sulla litoranea, sino a Diano Marina, dove inizierà la prima scalata di giornata che porterà in Località Monti a Diano Arentino. Da qui, una bella, veloce e tecnica discesa recherà a Pontedassio, dove i tornerà a salire lungo la provinciale.

Al 31° chilometro la strada si impennerà nuovamente per affrontare l’ascesa a Gazzelli proseguendo fino a Chiusanico. Passato il caratteristico borgo, si salirà ancora, con una lunga e costante salita sino a Cesio, dove si andrà ad scollinare il Passo del Ginestro.

Una veloce e lunga discesa porterà i ciclisti attraverso gli abitati di Vellego, Casanova Lerrone, Garlenda e Villanova d’Albenga, dove la strada cambierà nuovamente la pendenza.

La prima parte della salita è la più impegnativa e in 6 chilometri, attraversando Caso, giungerà la Crocetta di Moglio, dove ci si innesterà sulla provinciale di Testico. La strada continuerà ancora salire senza sosta, ma con pendenze decisamente abbordabili, che permetteranno anche una buona velocità.

A Testico, il grosso delle fatiche saranno terminate. Da qui all’arrivo sarà solo discesa. Ci si butterà in picchiata verso Stellanello, per affrontare il fondovalle che porterà i partecipanti sulla linea del traguardo posta in via dei Mille ad Andora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here