Home Spettacolo Spettacolo Genova

GENOVA FILM FESTIVAL. GLI EVENTI DEL 5 LUGLIO 2012

0
CONDIVIDI

GENOVA. 5 LUG. Prosegue, nella giornata di oggi, giovedì 5 luglio, la sezione “Oltre il confine“ di Genova Film Festival, dedicata quest’anno al cinema d’animazione e al cinema documentario tedesco contemporaneo in collaborazione con il DOK Leipzig.

Anche la seconda parte di titoli selezionati tra quelli presentati nelle ultime edizioni del Festival Internazionale del documentario e del film d’animazione di Lipsia offre un saggio dell’eccellenza della manifestazione. Cinema d’essai, storie raccontate in modo sublime, occhio critico, osservazioni acute, ricerca delle origini e analisi della “memoria delle immagini” si integrano in una programmazione tradizionalmente dedicata a film ispirati ai valori della pace e della dignità umana, in sintonia con la lunga storia di un festival che ha sempre celebrato e difeso la libertà di creazione, di pensiero e di parola.
Sismografo dei grandi cambiamenti avvenuti negli anni nella società e nella produzione cinematografica tedesca, il Dok Leipzig è presentato e rappresentato al Festival dal regista Dieter Schumann. Il suo film, Wadans Welt – Il mondo di Wadan, in proiezione alle ore 21, documenta la crisi del grande cantiere navale di Wismar, nella Germania orientale, – dove si sono trovati all’improvviso a rischio 5.000 dipendenti – raccontando, di fatto, i mutamenti globali in cui il dramma del lavoro, ormai senza confini, gemella idealmente città come Wismar e Genova. Dall’abisso di diffidenza e rabbia che si è aperto tra operai e dirigenti del cantiere, ceduto nel 2008 a un investitore russo, emerge principalmente, nel documentario di Schumann, una rappresentazione potente della dignità e dell’etica del lavoro, in contrasto con il senso di solitudine e impotenza dei lavoratori di fronte alla rete inestricabile di interessi economici, finanziari e speculativi che governano l’era della globalizzazione

Prosegue anche la sezione competitiva che, oltre a diverse repliche, presenta in serata (dalle ore 20) una serie di nuovi titoli: Pòppitu di Roberto De Feo e Vito Palumbo,di cui sono protagonisti due fratellini del Salento alle prese con un incontro casuale, ma decisivo per le loro vite, con il poeta Vittorio Bodini; Los aviones que se caen di Mario Piredda, storia d’infanzia nella periferia dell’Havana; La sera prima di Massimo Fallai con Giorgio Colangeli, cronaca della “giornata particolare” di un attore prima della consegna degli annuali premi tv; L’intruso di Filippo Meneghetti con Roberto Citran, che mette in scena un difficile rapporto tra padre e figlio in un paesino veneto scosso dall’arrivo di alcuni immigrati; Sotto casa di Alessio Lauria, che racconta nei toni lievi della commedia come trovare un parcheggio davanti al proprio portone può cambiare la vita di un uomo.


Nel pomeriggio, per la retrospettiva dedicata al produttore spagnolo Lluis Miñarro, viene proiettato (alle ore 17.30) En la ciudad de Sylvia, diretto dal barcellonese José Luis Guerín, storia di un giovane pittore in cerca a Strasburgo di una ragazza incontrata anni prima.

ingressi. L’ingresso è gratuito a tutte le proiezioni e gli appuntamenti del Festival.
info: tel. 010 5573958; segreteria@genovafilmfestival.org, www.genovafilmfestival.org
sede delle proiezioni: The Space Cinema, Porto Antico, Genova, tel. 010 0899720

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here